Festa dei Gigli 2017, la presa dei padrini

Rossella Sgambati

Verso le 09h38 il primo padrino della Festa dei Gigli, Luigi Marmorino, è stato accolto con grande rispetto dalla banda musicale che si è apprestata ad accompagnarlo verso l’obelisco, dove a breve sarebbe stata celebrata la celebre ballata.

In via Cucca, l’ingresso è stato allestito con fiocchi rossi e bandiere sventolanti sul palazzo, visibili su tutta la Nazionale di Brusciano. Maria Giovanna Giuliano, la moglie e la figlia Antonella, sono state accolte con enormi mazzi di fiori per omaggiare la famiglia del padrino del Giglio Croce. Elegante anche il figlio Giammaria Marmorino.

Accanto alla famiglia anche i fratelli e nipoti, Tobia Marmorino con consorte Anna Cherubini (detta Pupetta), Giovanni Marmorino, venuti dal Nord per festeggiare il loro paese natio.

All’incrocio tra la fine di via Matteotti e via Giordano Bruno, è stato allestito un altro banchetto con rustici e bevande di vario tipo, il tutto per accogliere il padrino, l’Avvocato Angelo Di Palma, e la moglie Giuseppina Laudando.

Il loro passaggio, avvenuto all’incirca verso le 10h10, è stato segnato da coriandoli e musica, che li hanno accompagnati al Giglio Ortolano, dove i musicanti hanno accordato i loro strumenti per omaggiare, oltre il padrino, anche i paesani.

Oltre a Marmorino e Di Palma anche i padrini dei altri Gigli hanno attraversato il paese, dando inizio alla ballata verso le 11h00.

Il termine è previsto all’alba del giorno seguente.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore