La Festa dei Gigli: la mossa dei primi obelischi

Rossella Sgambati

Ieri a Brusciano in Piazza XI Settembre il Passo Veloce ha coinvolto i numerosi cittadini, pronti a girare video e a scattare foto all’obelisco, nella grande festa dedicata a Sant’Antonio.

Il cantante, i musicisti e il Giglio sembravano incarnare un’unica anima che oscillava in base ai piccoli movimenti del gruppo musicale e dell’obelisco.

Bancarelle dei dolci, pizzerie e bar aperti, ambulanti che accoglievano i bambini con il gioco di bolle attorno alle strade cittadine e con i palloncini di vario colore che libravano leggeri in aria come per salutare i compaesani.

Il tutto con un mix di musica che andava dal classico napoletano al mitico tormentone estivo “Despacito”, cantato non soltanto dal gruppo musicale ma anche dai passanti.

Lodevole è stato anche il “movimento” del Giglio Gioventù, che da via Padula è arrivato in via Roma, portando con sé i suoi seguaci e i turisti.

Maglie verdi in alto e tanto divertimento con “Occidentali’s Karma”. Questo il messaggio implicito targato Gioventù bruscianese.  

Stasera la ballata toccherà all’Ortolano, Sant’Antonio e Croce per un tripudio di storia e tradizione.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore