Saviano. 'O spassatiempo in scena con Un libro, un fiore ... e la magia alla rassegna/festival

Mauro Romano

L'associazione di Tufino, nel 2006 si è aggiudicato il “Trofeo Carmine Mensorio” quale miglior compagnia, con la commedia “Nu prevete pe figlio”.

 Proseguono a ritmo incessante le rappresentazioni alla 14a edizione della rassegna teatrale di Saviano, intitolata allo scomparso Carmine Mensorio. La kermesse/festival della città di uno dei maggiori carnevali d'Italia, il prossimo 15 aprile, con inizio alle ore 18:00, vedrà in scena una commedia scritta da Pietro Nicolangelo Damiano, ex docente di Tedesco ormai diventato commediografo, "Un libro, un fiore … e la magia" per la regia del prof. Francesco Tortora, ultimamente assurto alle cronache cinematografiche per aver interpretato la parte di direttore di cimitero in "Gomorra 3 - la serie". A presentare l'opera la compagnia  ‘O Spassatiempo ” di Tufino, tra i gruppi teatrali più affezionati alla rassegna savianese dove nel 2006 si è aggiudicato il “Trofeo Carmine Mensorio” quale miglior compagnia, con la commedia “Nu prevete pe figlio”.

La commedia proposta domenica prossima, tratta di una ricca famiglia napoletana  il cui capofamiglia Cesare, nascondendosi dietro l’apparente veste di rispettabilità che gli è conferita dalla sua bottega di antiquario, in realtà si dedica alla molto più redditizia attività di usuraio, arricchendosi sempre più alle spalle di una eterogenea e  disperata folla di persone che, non avendo altre possibilità, si rivolge a lui accettando condizioni capestro pur di sopravvivere. Tutto sembra andare per il meglio per l’usuraio ma l’imponderabile, questa volta sotto una forma inaspettata e magica,  lo costringe a fare i conti con la propria coscienza

L’Associazione  socio-culturale “ ‘O Spassatiempo ” di Tufino è nata nel 2002 con l’intento di sviluppare progetti tesi alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio e nel contempo  di  preservare e promuovere  la cultura e la tradizione partenopea. L’esordio in pubblico è avvenuto con la rappresentazione della commedia  “Don Pascà, mò passa ‘a vacca” di Petito in Piazza Gragnano a Tufino nel luglio 2002 , poi successivamente riproposta a Comiziano . 

 Dopo essersi iscritta alla FITA, la compagnia si è poi prodotta in numerose altre performance negli anni successivi fino ad oggi, portando in scena:

2003    “ Gennaro Belvedere, testimone cieco” di G. Di Maio

2004     “ Signori, biglietti”  di G. Rescigno

2005    “Pronto? 6 e 22?” di Paola Riccora,

2006     “Cupido  scherza e spazza” e  “ Spacca il centesimo” di P. De Filippo

2006     “Nu prevete pe’ figlio”  commedia inedita di Pietro Coppola. 

2007       “Nu mese ‘o frisco” di Paola Riccora

2008       “ 14 ‘o pittore, 22 ‘a pazza” di Gaetano Di Maio

2008    “ L’avvocato de cause perse” di Corrado Taranto

2009      “ Attori per amore” di  Girolamo Palumbo

2010   “ Mettimmece d’accordo e ‘nce vattimme” di G.Di Maio

2011   “ Nu bambeniello e 3 San Giuseppe” di G. Di Maio

2012   “ Un figlio per lo sceicco” di G. Rizzo

2013   “ E chi lo può dire” di  Dino Di Gennaro

2014   “ E’ asciute pazzo ‘o parrucchiano” di G. Di Maio

2015   “  Madama quatte solde” di G. Di Maio

2016  “ Il marito di mio figlio” di Daniele Falleri

2017  “ Mamma mia”  di Roberto Santoro

Tutti testi rappresentati in varie località della Campania ed oltre, quali Comiziano, Cicciano, Cimitile, Baiano (Av), Saviano, Pago del Vallo di Lauro (Av),Trentola  Ducenta (CE), Montecorvino Pugliano (Sa), Ogliastro Marina (Sa), Napoli, Torre Annunziata,  Cassino (FR), Sarno(Sa), Ercolano, Montepaone Lido (Cz), Rosarno (RC) e nel carcere di Lauro (Av).  

                                                                                                                                                         

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Mauro Romano >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250