Marigliano, presentata la legge contro la violenza di genere

Redazione

MARIGLIANO - Presentata questa mattina nell’aula consiliare del Comune di Marigliano la legge 34/2017 che prevede “interventi per favorire l'autonomia personale, sociale ed economica delle donne vittime di violenza di genere e dei loro figli ed azioni di recupero rivolte agli uomini autori della violenza", alla presenza dell’on. Bruna Fiola e delle istituzioni cittadine .

 Erano presenti in sala il liceo Cristoforo Colombo, il Primo Circolo Siani, le Associazioni N’ata Storia, Il DiVo, La Farfalla di Francesco Pio, La Salamandra – protezione civile.

Il convengo “Rispetto per le donne” contro la violenza di genere, è stato moderato dal consigliere comunale Renata Conti. Nella sala consiliare, per l’occasione,  sono state esposte cinque opere illustrate realizzate dagli studenti del Liceo Cristoforo Colombo, l’apertura della conferenza è stata affidata ai versi di William Shakespeare.

“Occorre su questi temi impegnare risorse e tempo senza distrazioni ed occorre fare rete. Ci interessa discutere con le giovani generazioni per ottenere un cambiamento che sia prima di tutto culturale”, ha dichiarato il sindaco. “Non bisogna oggi frapporre alcuno ostacolo alla denuncia”. 

All’intervento del primo cittadino ha fatto seguito quello dell’assessore alle Politiche Sociali Veronica Perna che, a partire dall’analisi del progressivo aumento della violenza di genere sul territorio, si è impegnata nella realizzazione di una rete tra Istituzioni per contrastare in modo efficace il fenomeno.

La consigliera regionale Bruna Fiola, prima firmataria e promotrice delle legge 34/2017, poi, ha dettagliatamente descritto la normativa che prevede anche la tutela dei figli delle vittime. La Regione Campania è stata la prima in Italia ad agire in tal senso. Gli strumenti normativi introdotti sono volti ad accompagnare la donna anche dopo la denuncia “affinché la vittima non subisca ulteriori violenze restando intrappolata nelle maglie della burocrazia”.

Nel concreto le misure previste sono le seguenti: sostegno alle spese minime e materiali con l’impiego di 3000 euro; 5000 euro impiegati per la formazione scolastica e professionale per agevolare l’inserimento lavorativo dei figli delle vittime. 500mila euro di fondi complessivi stanziati ad oggi e per i quali si prevede un futuro rimaneggiamento con una implementazione rivolta questa volta alle donne.

A termine della conferenza è stato annunciata l’esposizione permanente in Aula Consiliare del disegno realizzato da Chiara Esposito, studentessa del Liceo Colombo, con il dichiarato intento di ricordare l’impegno attivo e simbolico assunto dall’Amministrazione  a tutela delle donne.

A margine dell’incontro si è tenuta l’inaugurazione della Panchina Rossa nella Villa Comunale. L’iniziativa è stata promossa e realizzata dall’Associazione La Farfalla di Francesco Pio in onore di tutte le donne vittima di violenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore