A Cancello rivive il Medioevo con Manfredi lo Svevo e il conte di Marigliano.

Anita Capasso

Sabato alle ore 20 la grande manifestazione

CANCELLO SCALO. Dopo averci guidato domenica scorsa tra gli accampamenti del console Claudio Marcello, ambientati nel Parco Archeologico di Suessula, in collaborazione con l'Archeoclub di Acerra, l’associazione "Fatti per Volare" di Cancello, sabato 8 luglio ci riporta all'età medievale.

 

Torna nel cartellone del Festival della Corti, la prestigiosa e filologica rievocazione storica della consegna delle chiavi della città di Napoli a Manfredi lo Svevo, nel suggestivo scenario della collina del Matinale a Cancello scalo.

I fatti narrati sono quelli della consegna delle chiavi di Napoli a Manfredi lo Svevo, avvenuta nel 1255 presso la chiesa di San Pietro in Vinculis a Cancello, oggi distrutta.


Lo scenario perfetto per questa rievocazione storica, non poteva che essere la collina di Cancello su cui domina il castello federiciano e tutta una serie di magici luoghi, come la settecentesca villa dei baroni Barracco, adeguatamente allestiti per l'occasione, per far rivivere allo spettatore l'atmosfera affascinante e misteriosa dell'epoca.

Calarsi nella storia che ha permeato la Valle di Suessola nei secoli: è questa la mission del Festival delle Corti. Abiti, cibi, musiche e scenari prendono forma nelle rievocazioni storiche, spaziando dall'epoca romana al Medioevo, per raccontare le vicende che hanno caratterizzato il territorio e di cui conserviamo tutt'oggi le tracce.

L’appuntamento è per sabato 8 luglio, alle  20.00, in piazza Castra Marcelli a Cancello Scalo. Sfilate in costume d’epoca e suoni medievali allieteranno la serata. In piazza sarà possibile godere di danze e musiche dell’epoca in cui sono ambientate le vicende narrate.  Protagonisti della serata saranno Manfredi lo Svevo, la sorellastra Margherita di Svevia e il suo sposo Tommaso II d'Aquino conte di Acerra e Marigliano, a cui si deve la costruzione del Matinale.

Grazie alla sinergia con l’associazione socio-culturale “Viviamo Cancello” non mancheranno in piazza anche i giochi antichi, a cui tutti potranno prendere parte e gruppi musicali che si esibiranno in musiche e danze medievali con strumenti provenienti dal passato. Verranno serviti cibi e bevande tipici, da gustare al tramonto quando la valle di Suessola si tinge di colori infuocati.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza