Juve Caserta Accademy - New Cap Marigliano 45 - 39

Redazione

Serie B Femminile - (12-10; 20-21; 30-32)

CASERTA - Doveva essere la sfida tra le due formazioni candidate alla promozione finale, in un teattro magico come quello del Palamaggiò, il campo però ha parlato in senso diverso con una partita più simile a una corrida che non a un match di pallacanestro: tra contatti, sgomitate ed una valanga di liberi, le Pantere riescono a calare il poker di vittorie, issandosi in vetta ad un campionato ancora incerto e fatto di equilibri sottilissimi. Marigliano esce dal campo sconfitta, certamente con l’onore delle armi e con più di qualche recriminazione nei confronti di una coppia arbitrale che, giova purtroppo dirlo, non ha mantenuto uniformità di metro su ambo i lati del parquet, come testimonia il rapporto di tiri liberi (17/24 per le gialloblu contro il 7/10 delle napoletane) che in una gara a basso punteggio risulta determinante ai fini del 45-39 finale. Caserta la vince di cuore rabbia e agonismo, con Cillo che lavora nell’ombra della partita ma che con due rimbalzi offensivi e una stoppata sull’ultimo possesso, sancisce la vittoria e si prende la palma di mvp. Un merito va anche alla giovanissima under Farina, gettata nella mischia forse anche un po’ a sorpresa da coach Vinciguerra ma che ci ha messo cuore, impegno e difesa, risultando utile alle sue nel parziale che ribalta partita ed inerzia. Cocchiarella chiude la sua giornata con 15 punti, metà dei quali arrivano dalla linea della carità, mentre nel secondo tempo è importante il contributo di De Rosa, che mette 8 punti con canestri difficili. Per Marigliano non bastano 20 punti con 12 rimbalzi e 4 assist di Francesca Minadeo, né la buona partita di Sollitto (8) e Gammella (7). Le viaggianti, tra le quali esordiva l'ala Bianca Gerundo, hanno sfruttato poco i miss match sui cambi delle lunghe, in cui avrebbero avuto sicuro vantaggio, ma pagano comunque due quarti in cui quei “contatti sporchi” le han costato il bonus quando ancora mancavano tanti minuti sul tabellone, errore che in trasferta si paga caro. Da apprezzare comunque il grande impegno e lavoro di coach Caruso che ha ruotato e concesso tantissimi minuti alle sue giovani, anche al di là del risultato, in un progetto come quello della New Cap, che continua ad essere vetrina per giovani talenti. Sullo storico parquet di Pezza delle Noci, le Pantere vengono fin dall’inizio prese per mano da una Cocchiarella in serata, mentre servono quasi 5 minuti alle viaggianti per segnare, grazie a Minadeo che fa valere la sua mano morbida. Sacco si scalda in penetrazione, Gammella sgomita in vernice e alla prima pausa è 12-10. Nel secondo quarto per i primi 6’ è solo processione dalla linea: prima Gerundo e Sollitto, Cocchiarella risponde con un 4/4 decisivo prima della tripla di Minadeo che spezza queste situazioni di gioco rotto, che rendono la gara brutta e incapace di accendersi. Gammella colpisce col jumper, ed alla pausa lunga è 20-21 per le mariglianesi. Sollitto prende per mano le sue in apertura di ripresa, con 5 punti che valgono il massimo vantaggio, senza che vi sia risposta dalle casertane, ma Migliore si prende la squadra sulle spalle e mette a referto punti in un deserto di gioco ed idee. Il tecnico chiamato a coach Vinciguerra è la scossa giusta, perché Cillo prima e De Rosa, col jumper sulla sirena, poi, permettono alle Pantere di prendersi ritmo ed inerzia quando siamo all’ultimo stop and go (30-32). Ancora De Rosa, poi i liberi di Cocchiarella, Giannelevigna e Cillo, ed il sorpasso casertano arriva puntuale. Con Marigliano che ha speso al 33’ il suo bonus e la difesa che sale in cattedra, Caserta metta la freccia con un altro 4/4 pesante a cronometro fermo. Minadeo torna a riaccendersi ma è troppo tardi: Sacco in penetrazione e la stoppata di Cillo chiudono il match su un 45-39 che significa quarta vittoria e primo posto in classifica.

Juve Caserta: Cillo 5, Biccardi 2, Santoro n.e., Sacco 6, Cocchiarella 15, De Rosa 8, Farina, Giannelevigna 5, Luongo, Migliore 4, Natale n.e.. All.) Vinciguerra
 
Marigliano: Minadeo 20, Merola, Iovane n.e., Bonavolontà, Iorio, Prezioso, Gammella 7, Coppola 2, Sollitto 8, Gerundo 2, Guerriero n.e., Fusco n.e.. All. Caruso
 
Arbitri: Cesarano e Mandato di San Nicola la Strada (Ce)
 
Uscita per falli: Prezioso; fallo tecnico a coach Vinciguerra (JC)
 
Nella foto la formazione del Marigliano
 
Nico Landolfo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250