Brutto Napoli al Tardini: gli azzurri vengono sconfitti dal Parma

Giuseppe Lombardi

Tre reti su rigore: Caprari, Insigne e Kulusevski

Nella trentacinquesima giornata di campionato il Napoli affronta il Parma allo stadio Tardini. Azzurri in campo con il consueto 4-3-3 con Politano e Insigne accanto a Lozano. I ducali rispondono con un 4-3-3 con Siligardi e Karamoh accanto a Caprari. 

Nella prima frazione di gioco i partenopei sfiorano subito il vantaggio con Politano, che raccoglie l'assist di Insigne e da posizione centrale ci prova in spaccata chiamando Sepe al primo intervento della serata. Al tredicesimo risponde Siligardi con una conclusione dalla distanza che termina al lato. Successivamente Karamoh mette in seria difficoltà Maksimovic superandolo in dribbling per poi calciare distante dallo specchio. Il Napoli manente il possesso ma si rivela ancora una volta sterile, non riuscendo a trovare spazi tra le due linee da cinque costituite dal Parma in fase difensiva e viene beffato al termine dei primi quarantacinque minuti, con un bell'inserimento di Grassi che viene scalciato irregolarmente da Mario Rui in area. Dal dischetto Caprari spiazza Sepe: si va così all'intervallo sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa i partenopei conquistano un calcio di rigore per un fallo di mano di Grassi, verificato con l'ausilio del VAR. Dal dischetto Insigne batte Sepe perfettamente ad incrocio. Gennaro Gattuso manda in campo Callejon ed Elmas in luogo di Politano e Allan. Gli ospiti manovrano a ritmi bassi creando pochi pericoli verso la porta avversaria. Ci prova Hirving Lozano con un bel destro da fuori che viene respinto miracolosamente da Sepe. All'ottantasettesimo tuttavia Koulibaly entra irregolarmente sulle gambe di Kulusevski in area e l'arbitro Giua decreta il terzo penalty della serata. Lo svedese dagli undici metri non sbaglia portando i ducali in vantaggio. Nel finale entra anche Younes che sbaglia un gol clamoroso tirando fuori da ottima posizione e senza marcatura. Termina così il match: Parma-Napoli 2-1. Gli azzurri scivolano al settimo posto in classifica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore