Prodezza nel finale di Politano: il Napoli supera l'Udinese

Giuseppe Lombardi

2-1 il finale: a segno anche Milik. Mertens esce per infortunio

NAPOLI - Nella trentaquattresima giornata di campionato il Napoli affronta l'Udinese al San Paolo. Azzurri in campo con il consueto 4-3-3 con Callejon e Insigne accanto a Mertens. I friulani rispondono con un 3-5-2 con il tandem offensivo composto da Nestorovski e Lasagna. 

Nella prima frazione di gioco ci prova subito Zielinski con una conclusione dal limite dell'area che viene respinta provvidenzialmente da Rodrigo Becao. I padroni di casa mantengono sempre il pallino del gioco, tuttavia le ampie percentuali di possesso non producono effetti sperati. Gli ospiti passano in vantaggio alla prima vera occasione prodotta: al ventiduesimo Nestorovski serve perfettamente De Paul, che tutto solo batte Ospina. Al trentesimo gli azzurri sono costretti a fare a meno di Mertens che esce per problemi fisici. Il neo entrato Milik tuttavia timbra immediatamente il cartellino con un tap-in sotto porta su assist di Fabiàn Ruiz. Nel finale il centravanti polacco subisce anche un'ammonizione che gli impedirà di disputare la prossima partita contro il Parma. Si va così all'intervallo sul punteggio di 1-1. 

Nella ripresa Insigne calcia da fuori ma non inquadra la porta. Al quindicesimo il numero 24 serve a rimorchio Zielinski, che calcia di prima intenzione colpendo una traversa clamorosa. Successivamente i friulani escono alla distanza e per ben due volte si divorano clamorosamente la rete del vantaggio: prima Lasagna con il destro chiama Ospina ad un vero e proprio miracolo, poi i friulani non concretizzano una situazione di tre contro uno e Koulibaly effettua un salvataggio clamoroso. Nel finale però Matteo Politano pesca la giocata risolutrice e con una grandissima conclusione da fuori manda il Napoli in vantaggio, consentendo così agli uomini di Gattuso di vincere una partita molto sofferta. Termina così il match: Napoli-Udinese 2-1.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore