La Mariglianese vince lo scontro diretto a Gragnano. 1-2.

Antonio Credendino

Biancazzurri vittoriosi in una gara giocata con determinazione. Le reti di D’Angelo e Liccardi.

GRAGNANO - Serviva carattere e personalità per lo scontro salvezza a Gragnano. Serviva una rivincita rispetto alla sconfitta interna dell’andata. Serviva una continuità di prestazione di questo nuovo ciclo targato Guarracino. A Gragnano è stato tutto confermato. Vittoria mai in discussione, intervallata dal momentaneo pari dei locali. La comitiva biancazzurra a Gragnano ha dimostrato carattere e personalità e, con lo scorrere del campionato, acquisisce man mano il “credo” calcistico di mr. Guarracino.

 A dire il vero, al netto del risultato, contro la capolista domenica scorsa, vi erano segnali incoraggianti di continuità che il “fattore arbitro” aveva attenuato e perfino annullato. Ieri, alle pendici del monte Faito, la Mariglianese ha impostato e costruito il successo con intelligenza tattica, a tratti proponendo ed a tratti aspettando sui 25 metri l’avversario, senza mai subire i tentativi dei locali. Passata in vantaggio alla mezz’ora del primo tempo, subisce il pari ad inizio ripresa per un errato disimpegno in uscita. Il definitivo vantaggio è arrivato su punizione dal limite, all’interno di una costante pressione che ormai teneva nella propria metà campo il Gragnano.

Veniamo alla cronaca. Nel primo quarto d’ora, gara equilibrata ma con il passare dei minuti  la Mariglianese metteva in affanno la prima linea a quattro ospite senza interventi dell’estremo gialloblu. Al 34’ Vitagliano rimette in area una “seconda palla”, la difesa locale sale ma D’Angelo tra le linee si tiene in gioco ed aggancia la sfera all’altezza del dischetto, in solitudine con il portiere lo trafigge di destro. 0-1.

La gara in discesa permette ai biancoazzurri di giocarla senza patemi. Il Gragnano è sterile nella reazione.

Nel secondo tempo con una botta di orgoglio i locali raggiungono il pari. Al 9’, sul fondo destro, la difesa non riesce ad uscire per la pressione dei locali, la sfera giunge lentamente in area, dove è raccolta da Raffone che con un diagonale, insacca l’1-1. La Mariglianese reagisce e vuole la vittoria. Altea, al posto di Laureto colpito duramente dai difensori, dà vivacità in attacco. Gaetano dai venti metri di poco alto. Vitagliano recupera al limite ma la difesa salva davanti al portiere.

 Al 29’ D’Angelo in progressione ne fa fuori due ma al limite viene atterrato prima della conclusione a rete. Si incarica Liccardi per la punizione di prima, di sinistro la palla è sotto la traversa. 1-2. Il resto è accademia, anzi prima Gaetano e poi D’Angelo legittimano il risultato con due occasioni neutralizzate dal portiere locale. Vittoria meritata e  voluta  con disciplina sportiva. La gara, con zero ammonizioni per i biancoazzurri è da incorniciare, ma da domani si pensa alla prossima “finale”, si ospita l’ostico Volla.

 

ASD Città di Gragnano: Alcolino (C), Basile, Todisco, Cappelli (dal 42' st. Ferri), Del Nunzio (dal 35' st. Salazaro), Gargiulo, Sorrentino (dal 1' st. Raffone), Servillo D., Visconti (dal 43' st. Accardo), Grimaldi, Tranchino. A disp.: Picucci, Francese, Annunziata G., Mandara, Grifone. All.: Alfonso Belmonte

US Mariglianese: Ferrara, Sena, Liccardi, Visone, Calabrese, Reich, Marulli (dal 31' st. Valletta), Vitagliano, Laureto (C) (dal 15' st. Altea), Gaetano, D'Angelo. A disp.: Cossentino, Mocerino, Liguoro, Falco, Ritieni, Lama, Esposito. All.: Antonio Guarracino

Arbitro: Giovanni Matteo (sez. di Sala Consilina)

Assistenti: Gianluca Guerra (sez. di Nola) e Vincenzo Vernacchio (sez. Ariano Irpino)

Marcatori: 34' pt. D'Angelo (M), 9' st. Raffone (G), 30' st. Liccardi (M)

Ammoniti: Gargiulo (G), Tranchino (G), Cappelli (G)

 

Nella foto di Marco Credendino: l’esultanza di D’Angelo e compagni

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Credendino >>




Articoli correlati



Altro da questo autore