Tre mesi di Mariglianese

Giovanni Caruso

Le parole del tecnico Caruso

MARIGLIANO - Dal 23 settembre al 23 dicembre, da Baiano alla Bisaccese: tre mesi di calcio giocato, ventidue partite e tutta la querelle ripescaggi. Un primo bilancio da parte del tecnico biancoceleste, Mariglianese doc, Alessandro Caruso.

"Partendo dal presente, siamo una squadra in salute: nove risultati utili consecutivi, nelle ultime cinque in casa tutte vittorie e venti gol fatti. L'ultima con la Bisaccese è stata una partita pressoché perfetta, trascinati da Laureto alla seconda tripletta consecutiva interna ed ora al comando della classifica cannonieri. Abbiamo cambiato qualcosina a livello di rosa, inserendo quattro volti nuovi che sono andati a colmare le partenze avute in questi mesi. Abbiamo preso profili che rispondo alla nostra idea, giovani di valore con esperienze in categorie e contesti superiori, mantenendo un'età media sempre bassa. Abbiamo ovviamente mantenuto l'ossatura di squadra che dal mese di agosto sta battagliando e lottando per questi colori. Siamo riusciti a trovare la quadratura, abbiamo un impianto di gioco consolidato e a detta di molti pratichiamo un gioco piacevole e coraggioso, cosa insolita in queste categorie. Chiudiamo l'anno solare sicuramente con il sorriso, cercheremo di mantenere il trend positivo anche nella insidiosissima trasferta di Ariano in programma il giorno dell'Epifania. Ma le soddisfazioni più grandi le stiamo avendo per il riscontro che il nostro progetto sta avendo in città. Il discorso di Marigliano ai Mariglianesi si sta ampliando e l'affetto verso questa squadra cresce a dismisura giorno dopo giorno ed aldilà del risultato sportivo era ed è il nostro obiettivo principale di questa stagione. Per non parlare del Nucleo Mariglianese, i nostri tifosi per i quali non ho più aggettivi ma che ci stanno sostenendo senza interessi come loro stessi cantano, ma con infinito amore. Certamente in campo proveremo a continuare a fare bene come stiamo facendo, i risultati danno serenità e consapevolezza, senza guardare la classifica ma vivendo con gioia settimana dopo settimana le partite che andremo ad affrontare. Un augurio per il 2019? Di giocare a casa nostra, il prima possibile". E ce lo auguriamo anche noi. Buon Anno e buon proseguimento di lavoro!

Nella foto mister Alessandro Caruso

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giovanni Caruso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore