Albiol e Meret regalano i tre punti al Napoli: vittoria di misura contro la Spal

Giuseppe Lombardi

Prestazione superlativa da parte del portiere azzurro

NAPOLI - Nella 17esima giornata di campionato il Napoli affronta la Spal. Azzurri in campo con il consueto 4-4-2 con il tandem composto da Mertens ed Insigne. I ferraresi rispondono con un 3-5-2 con Antenucci accanto a Paloschi.

Prima frazione di gioco piuttosto bloccata, in cui i padroni di casa non riescono a superare il muro eretto dagli uomini di Semplici. Il primo tentativo arriva al settimo minuto quando Rog si libera di un avversario e calcia con il sinistro trovando l'opposizione di Gomis. Quattro minuti più tardi viene annullato un gol al Napoli per posizione di off-side di Insigne. Con il passare del tempo gli azzurri non producono alcuna occasione degna di nota e la Spal si limita a difendersi nel miglior modo possibile. L'episodio che sblocca il match arriva al primo minuto di recupero: in occasione di un corner dalla sinistra, Albiol stacca più in alto di tutti e sigla il vantaggio. Si va così all'intervallo sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa la partita si rivela più aperta, con più occasioni da una parte e dall'altra. Al terzo minuto Insigne da posizione impossibile tenta un cross che si stampa direttamente sulla traversa. La prima occasione per la Spal viene registrata al 53' con una conclusione di Schiattarella, respinta ottimamente da Meret. Gli ospiti cercano di recuperare lo svantaggio ed inevitabilmente concedono qualche spazio ai partenopei che tuttavia non concretizzano le numerose chance. Attorno alla metà della seconda metà della frazione di gioco Koulibaly sfiora il bersaglio grosso con un imperioso colpo di testa che lambisce il palo. Nel finale Mertens sciupa clamorosamente un contropiede, colpendo il palo tutto solo davanti alla porta, poi nei minuti di recupero Meret compie un doppio miracolo su Paloschi e Fares. Termina così il match: Albiol e Meret regalano i tre punti al Napoli. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore