Di Maria beffa un Napoli spettacolare al 93': 2 a 2 al Parco dei Principi

Giuseppe Lombardi

Gli azzurri giganteggiano contro il PSG, non bastano Insigne e Mertens

Nella terza partita della fase a gironi di Champions League il Napoli affronta il PSG nella splendida cornice del "Parco dei Principi". Gli azzurri, reduci dall'ultima impresa al cospetto del Liverpool, tentano di portare a casa punti importanti in chiave qualificazione. Carlo Ancelotti schiera i suoi con il consueto 4-4-2; Fabiàn e Mertens preferiti a Zielinski e Milik, in difesa si rivede Maksimovic nel quartetto. Tuchel opta per un 4-2-3-1 con Di Maria, Neymar e Mbappé alle spalle di Cavani.

I padroni di casa partono subito a mille: Mbappé dopo pochi secondi sguscia via sulla destra per poi crossare al centro, Cavani oltre al pallone calcia anche Neymar non trovando lo specchio. I parigini continuano ad insistere al 7', quando Neymar con un tocco sotto delizioso imbecca il Matador che conclude nuovamente al lato. I partenopei, da questo momento, cominciano ad acquisire fiducia prendendo campo agli avversari e facendo circolare fluidamente il pallone. Dopo un grande intervento con i piedi di Ospina su Cavani, il Napoli crea la prima vera chance al 24': Mario Rui viene lanciato ottimamente sull'out di sinistra e vede l'inserimento al centro dell'area di Mertens, il belga colpisce clamorosamente la traversa sotto porta. Gli azzurri proseguono il loro momento positivo e soltanto un minuto più tardi Callejon svirgola un buon pallone a ridosso dell'area. Il vantaggio meritatissimo arriva al 29': il solito Callejon serve magistralmente Insigne, il talento di Frattamaggiore a tu per tu con Areola non sbaglia con un fantastico scavetto sul secondo palo. Il PSG risponde soltanto con una percussione di Mbappé, che vede poi respingersi il suo destro da Ospina. Napoli ancora propositivo nonostante il vantaggio, con Insigne e Mertens nuovamente vicini al bersaglio grosso. Si va così all'intervallo sul punteggio di 0-1.

Nella ripresa Tuchel cambia subito assetto tattico sostituendo Bernat con il giovane Kehrer. Al 5' Neymar si fa beffe di due avversari e tira in porta: Ospina, seppur non impeccabilmente, respinge. Francesi all'arrembaggio: Meunier con un colpo di testa impegna ancora l'estremo difensore colombiano. All'8'Insigne è costretto a dare forfait a causa di un problema allo sterno: subentra Zielinski. Al 15'arriva il pareggio del Paris: Mbappé è imprendibile tra le linee ed allarga per Meunier che mette un cross teso al centro, deviato sfortunatamente da Mario Rui nella propria porta. Cinque minuti più tardi prova a reagire il Napoli con Mertens che si gira in un fazzoletto ma calcia al lato. Gli uomini di Ancelotti sono sempre sul pezzo e con un'audacia smisurata ritrovano la rete al 77': Maksimovic serve Fabiàn che tenta la conclusione da fuori, palla deviata goffamente da Marquinhos sui piedi di Mertens che da pochi passi non fallisce. Batti e ribatti continuo, al minuto 82 Neymar costringe Ospina al colpo di reni in occasione di una punizione. Appena entrato, Milik sfiora il gol con un bel colpo di testa. Napoli commovente, ma che si fa beffare al 93'in virtù di una perla di Di Maria dal limite che si insacca nel sette. Termina così il match sul punteggio di 2-2. Napoli spettacolare, ma beffato nel finale. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Lombardi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250