Il Napoli dilaga anche a Bologna; azzurri al primo posto in classifica

Giuseppe Lombardi

Timbrano il cartellino Callejon, Mertens e Zielinski

Nel posticipo della terza giornata di Serie A si affrontano Bologna e Napoli. Maurizio Sarri  manda in campo la formazione tipo, eccezion fatta per Albiol, sostituito da Chiriches. I felsinei rispondono con un 4-2-3-1 con Verdi, Palacio e Di Francesco alle spalle di Destro.

Nella prima frazione di gioco la gara è particolarmente equilibrata, complice l’atteggiamento battagliero con cui il Bologna è entrato sul terreno di gioco. Al 9’Verdi si libera con un doppio passo di Hysaj cercando la conclusione sul secondo palo: palla di pochissimo al lato. Trascorrono soltanto due minuti e lo stesso Verdi colpisce la traversa su calcio di punizione; decisiva nella circostanza la deviazione di Reina. I padroni di casa riescono ad arginare le trame di gioco del Napoli con una spropositata cattiveria agonistica, come testimoniato dalle quattro ammonizioni rimediate dagli uomini di Donadoni. Sul finire dei primi quarantacinque minuti Chiriches è costretto a dare forfait , a causa di una lussazione alla spalla: subentra al suo posto Raul Albiol. Si va così qll’intervallo sul punteggio di 0-0; azzurri decisamente sottotono.

Nella ripresa la terna arbitrale commette un grave errore non ravvisando un doppio fallo di Palacio che avrebbe meritato il doppio giallo. Gli azzurri non affondano mai la manovra soffrendo oltremodo l’assetto tattico degli emiliani. Servirebbe soltanto una magia per sbloccare il match, e arriva al 66’Insigne, impalpabile fino a quel momento, pennella un cross al bacio per Callejon che sotto porta scaraventa in rete il pallone con un impeccabile colpo di testa. L’ingresso in campo di Diawara consente ai partenopei di gestire con maggiore tranquillità la partita. All’83’minuto Pulgar perde una palla sanguinosa sulla mediana consentendo a Mertens di avanzare indisturbato verso la porta di Mirante: il belga è freddissimo e sigla il suo terzo gol stagionale. Accademia allo stato puro fino al termine del match quando al termine di un’azione spettacolare, Zielinski, tutto solo, timbra il cartellino chiudendo la pratica sullo 0-3. Napoli non bellissimo, ma vincente. Mercoledì gli azzurri esordiranno nella fase a gironi di Champions contro lo Shakhtar.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250