Nasce la Bandiera del Mediterraneo nel segno del sole e dell'albero d'ulivo

Viviana Papilio

Issata per la prima volta oggi durante il programma Rai “Linea Blu” informalmente e nella sua versione di cortesia, la Bandiera del Mediterraneo ha sventolato sulle acque del “Mare nostrum”, mostrata in anteprima nell’attesa della cerimonia ufficiale che avrà luogo il prossimo 26 luglio a Porto Maurizio di Imperia.

 

La proposta di realizzare una Bandiera per il Mediterraneo è stata avanzata dallo scrittore Simone Perotti in collaborazione con diversi enti ed associazioni che si sono fatti promotori di un'iniziativa volta a realizzare un simbolo di koinè culturale per le civiltà che affacciano sul mare più navigabile della terra, che ha favorito e allevato millenni di scambi di esperienze, di saperi e civiltà.

 

 Simone Perotti e i suoi 50 compagni di viaggio di “Progetto Mediterranea” hanno dato il via ad una spedizione nautica, culturale, scientifica e sociale che li ha condotti lungo le coste lambite dal mare omonimo per oltre 20.000 miglia per ben sei anni, dal 2013 al 216, solcando le onde alla ricerca delle radici più autentiche ed identitarie della cultura comune mediterranea.

Lanciata l’idea di disegnare la bandiera-simbolo di tre continenti e 400 milioni di persone, hanno risposto ben 900 tra artisti e persone comuni che hanno inviato il proprio disegno accompagnato dalla spiegazione del concept.

Migliaia di votanti hanno, infine, scelto l'opera realizzata da Salvatore Scollo, Hushmand Toluian e Guglielmo Persano.

Sabbia, mare, il colore riarso della terra e al centro l’ulivo irradiato di sole: pianta esclusiva del Mediterraneo, un’area di 30 Paesi, di 3 continenti, di mille culture e altrettante diversità. Il vero “Sesto Continente”, dove vivono 400 milioni di persone, e dove si concentra la maggiore ricchezza culturale e sociale del Pianeta”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Viviana Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore