Marigliano, successo per Metamorfosi di un burattino

Anita Capasso

Cultura, pedagogia e filosofia nel libro "Metamorfosi di un burattino" del docente Angelo Porcaro. Si tratta di una interpretazione de Le avventure di Pinocchio avvincente che ripercorre le tappe fondamentali della crescita individuale senza tempo. A moderare  la discussione, tenuta presso il convento di San Vito, e' stato il professore Ciro Castaldo, che ha anche introdotto l’argomento facendo riferimento agli sceneggiati trasmessi (Luigi Comencini, Benigni), al musical dei Pooh e all’album di Edoardo Bennato “Burattino senza fili”.
La prof. ssa Teresa Caporale  si e' soffermata sull' aspetto filosofico del burattino  facendo riferimento ai filosofi moderni e contemporanei, che hanno acceso i riflettori  sul romanzo in oggetto.
Non c'e' un' unica linea interpretativa, come affermava Luperini, il dialogo e il conflitto tra le varie interpretazioni critiche intorno a questo romanzo permangono.
Il dirigente scolastico prof. Giovanni Russo, dopo aver sottolineato l’impegno culturale e la passione per gli studi letterari del prof. Angelo Porcaro, ha evidenziato aspetti storico-letterari, tratteggiando la figura di Carlo Lorenzini, detto Collodi, storicizzando il romanzo ed evidenziandone la ricaduta didattica sulle nuove generazioni.


La dirigente scolastica del liceo C.Colombo, Nicoletta Albano,  ha brillantemente rilevato , la valenza educativa e pedagogica del personaggio, definendo Pinocchio allegoria della società moderna. Inoltre si è soffermata sulla metamorfosi di Pinocchio, evidenziandone la duplice natura di marionetta e burattino: un po' come gli esseri umani stretti tra la propria essenza  e quella imposta dalle spinte esterne e sociali.

A chiudere i lavori e' stato proprio l'autore, Angelo  Porcaro,  che ha svolto alcune considerazioni dal punto di vista letterario, ribadendo il concetto classico del romanzo di Collodi contestualizzandolo da un punto di vista storico e culturale . Inoltre ha puntato l’attenzione sul concetto di avventura come educazione, rilevando alcuni aspetti strutturali, lessicali e formali del romanzo. Un libro che vale la pena di leggere per riflettere sul dissidio generazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250