Poesia ed Arte a Castello di Cisterna

Teresa Iannelli

Sabato 3 settembre si è svolta, nella splendida cornice dell’abbazia di San Nicola, in Castello di Cisterna, la cerimonia di premiazione della I edizione del concorso internazionale di poesia Castrum Cisternae – memorial dott. Giuseppe Panico.

Nella chiesa gremita di poeti – concorrenti e cittadini si sono esibiti artisti del calibro di Marcello Colasurdo, Nella D’Angelo, Luca Allocca, Tina Piccolo e Raffaele Carangelo che, con i loro interventi, hanno impreziosito una serata all’insegna dell’amore per la poesia, con tante declamazioni non solo delle poesie vincitrici.  L’iniziativa, coordinata da Ferdinando Calabrese, ha avuto il duplice scopo di far crescere la comunità nell’educazione all’arte e di commemorare un uomo, il dottor Panico, che tanto ha dato alla comunità cisternese come medico e come educatore all’impegno civico.

E così, alla presenza della famiglia Panico, il signor Antonio Esposito, caro amico del compianto dottore, ha letto un encomio solenne alla memoria, mentre il sindaco, ing. Sorrentino, ha tracciato un profilo dell’uomo politico Giuseppe Panico, che è stato anche l’iniziatore di una nuova stagione elettorale a Castello di Cisterna. Tra i relatori, oltre naturalmente al presidente onorario dott. Luigi Panico, anche l’arch. Di Sena, presidente dell’Associazione Pro Loco Castrum, il terziario francescano Gennaro Caccavale, il critico Luigi Simonetti e il dirigente dell’I.C. De Gasperi prof.ssa Maria Anna Esposito, che, come rappresentante dell’istituzione scolastica, ha sottolineato l’importanza del sodalizio con l’associazione Pro Loco nella formazione e crescita dei ragazzi del paese.

E proprio i ragazzi sono stati i più entusiasti partecipanti al concorso, che a loro riservava una sezione speciale (studenti), e, naturalmente, un premio e un ricordo dell’iniziativa. A ricordare invece i criteri  di attribuzione del punteggio e valutazione, è stata la giuria, presieduta dalla prof.ssa Wanda Cepparulo (che ha recitato magistralmente una lirica di  Eduardo De Filippo) e composta dalle proff. Elena Mossuto, Anna Maria Rosati, Fiorella Chirollo, che ha fatto anche da moderatore della serata, e dal cav. Gianni Ianuale, presidente dell’International Vesuvian Academy. Originalità, spontaneità e forza evocativa sono state le caratteristiche delle poesie vincitrici scelte tra le trecento liriche inviate da tutta Italia.

Varie anche le tematiche, che spaziavano dal ricordo al dolore, dalla disabilità all’amore e alla preghiera, e che trovavano la loro giusta collocazione nelle diverse sezioni attivate: tema libero in lingua italiana, poesia religiosa, lingua napoletana, vernacolo regioni d’Italia. A recitare le poesie è stata la voce carismatica dell’attrice Emilia Altobelli, che è riuscita ad interpretare e restituire al pubblico lo spessore musicale dei vari dialetti d’Italia. Tra i tanti premi e riconoscimenti, offerti anche dall’amministrazione comunale e dall’Associazione Federcasalinghe rappresentata da Franca Iannelli,  vi erano gli ambiti riconoscimenti dell’Unpli Campania consegnati da Barbato Napolitano al poeta scarpettiano Vincenzo Moccia e all’attore Angelo Iannelli, che si è trasformato per l’occasione in Pulcinella e ha dato vita ad una singolare perfomance col maestro Allocca.

Il successo di questa prima edizione fa sperare che possa consolidarsi un appuntamento annuale con la poesia nel nostro paese, che ha tanto bisogno di rinascere ad una nuova dimensione d’impegno civico e legalità, in un percorso che veda la cultura e l’arte protagoniste. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore