Polemiche nuovo Governo: il punto di vista di un nostro lettore

Redazione

Gentile Direttore in merito al nascituro governo ho sentito di tutto e di più, è troppo populista,  è troppo bianco, è troppo nero,ecc. ecc…

 Si, capisco che é qualcosa di dirompente per “vecchi parrucconi” che cominciano a temere l’appalesarsi dell’inutilità del ruolo che finora hanno ricoperto, tanto che nell’avvicendarsi perdendo il senso del loro compito finirono con il credere che la gestione a loro affidata nell’interesse del popolo italiano fosse quella più adatta a rimpinguare le loro tasche ,mettere al sicuro l’avvenire proprio, dei loro parenti e dei loro amici

Ne abbiamo viste tante, troppe per credere che agissero in buona fede, almeno per i più di loro,

Stamane leggevo Tajani .”Dico quello che penso”, recitava, questo governo (nascituro) manca di un “Progetto Nazionale”,dividendo l’Italia in due”.

Consiglierei al sig. Tajani di invertire e pensare a quello che dice, piuttosto che dire quello che pensa.

Non si fa minimamente scrupolo di dare dell’imbecille agli italiani, ma cosa hanno fatto finora i governi che si sono ad oggi succeduti.? Compreso il suo?

Capisco che l’Italia forse è troppo lunga e la miopia di tutti quelli che finora hanno governato ha fatto si che lo sguardo si fermasse a metà  fino alla (sede del potere) e quell’ altra metà, troppo lontana dove lo sguardo miope non arrivava veniva e viene lasciata alla mercé della malavita, della mafia e delle Vacche Sacre , ma le diottrie vanno subito a posto al momento di dividersi i proventi con quanti lasciati “spadroneggiare”in quel dimenticato profondo sud.

Questa è l’Italia che ci consegnano, questo è il risultato, così hanno governato . E mi si viene a parlare di mancato “progetto nazionale”? Ecco si, il nuovo fa paura, specialmente a chi non ha la coscienza a posto. Si è vero il contratto è troppo lungo,  i temi troppo chiari, non si possono fare …inciuci. Forse.

Felice Antonio Vecchione
Associazione “Io C’entro”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore