Marigliano, Agrimonda: amara lettera di un cittadino interessato

Redazione

Riceviamo e pubblichiamo da Raffaele Monda

MARIGLIANO - Egregio direttore, dopo la mia ultima  lettera mi ero quasi illuso che si potesse porre un freno a quest’ annosa  tragedia.

Purtroppo, però, sono ancora qui a dire la mia, sul famoso Mostro “Agrimonda”.

Sono Raffaele Monda e abito a pochi metri da questo sito tossico, colpito, alcuni anni fa, da cancro al colon,  da cui,   miracolosamente, mi sono salvato da morte certa.

Pensavo che dopo 22 lunghissimi anni fosse finalmente arrivato il momento, quantomeno,  di rimuovere i pesticidi velenosi e cancerogeni del mostro “Agrimonda”,  i quali giacciono ancora li,  sotto un semplice telo di plastica.

Detto mostro-deposito di fitofarmaci, come si sa, trovasi nel comprensorio del Comune di Mariglianella (NA), al confine con Lausdomini, frazione del Comune di Marigliano (NA) e prese fuoco nel remoto luglio 1995…

Questo sito nel lontano 18/12/2012 era stato inserito dal Ministero dell’Ambiente, unitamente alla Regione Campania, nell’ex sito di interesse nazionale: “Litorale Domizio Flegreo e Agro Aversano” appunto per essere bonificato.

Pochi giorni  fa e precisamente il   09/05/2017 apprendo, leggendo dall’Albo Pretorio del Comune di Mariglianella , del Verbale della Conferenza dei servizi convocata  dalla Regione Campania, presso gli Uffici dell’Assessorato all’Ambiente dove  il Responsabile del provvedimento comunica che ARPAC (Agenzia Regionale Protezione Ambiente della Campania) ha trasmesso, con nota di protocollo n. 22036/17 del 12/04/2017 il parere di competenza.  Mentre il  Sindaco di Mariglianella, il  Sindaco di Marigliano, nonché  il rappresentante ASL , evidenziavano, udite, udite,  di non essere riusciti a scaricare gli elaborati progettuali, trasmessi via PEC, unitamente alla nota di convocazione della conferenza di servizi e  di non aver potuto, quindi, provvedere alla visione degli stessi. Il Responsabile del procedimento pertanto,  preso atto di quanto sopra , provvede a consegnare al Comune di Mariglianella  altresi al Comune di Marigliano ed all’ASL NA3,  copia cartacea, del  progetto esecutivo e decide  pertanto, di riconvocare la seduta per il giorno  30/05/2017.

Ora la mia domanda è la seguente; possibile mai che queste  tre persone, dal 12/04/2017 al 09/05/2017, siano stati talmente indaffarati, con problemi più gravi del mostro “Agrimonda”, a tal punto da non poter scaricare, e di non preoccuparsi in tutto questo tempo sul come come fare per leggerli,   gli elaborati progettuali della conferenza di servizi?

Intanto in questa zona, dov’è situato questo deposito di veleni (ciliegina sulla torta della famosa terra dei fuochi e del triangolo della morte: Nola-Acerra-Marigliano),  la mattanza  umana, purtroppo continua ed  il 90% delle morti sono causate solo dal cancro, tanti miei amici,  familiari si sono spenti con questo male atroce.

Voglio ricordare che proprio  nei  giorni  scorsi a Marigliano sono morti con il terribile e purtroppo solito male, due carissime e stimatissime persone: un professore del liceo ed un noto politico.

Tutt’ora non manca qualche pennivendolo salariato, qualche medico incapace o asservito, o qualche squallido politicante leccaculo, i quali asseriscono che non vi è alcun nesso tra il mostro “Agrimonda” e le tantissime morti per cancro.

Questi esseri spregevoli, però non sanno spiegare per quale motivo, proprio in questa zona, si muore per cancro molto, ma molto di più che altrove.

   Raffaele Monda

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



News
Ti potrebbe interessare