Marigliano, Periferia 2030: votato il bilancio, anche dalla minoranza

Redazione

MARIGLIANO  –   Si è tenuto anche il terzo Consiglio Comunale ed emergono ancora le sostanziali differenze politiche  tra chi tenta di affermare dei principi e chi tenta un uso strumentale delle discussioni. Si cercherà di sintetizzare i punti salienti

E' STATO VOTATO IL BILANCIO ANCHE DALLA MINORANZA. Questo ha significato una vera apertura di credito verso una maggioranza superficiale e prepotente.  Votato nonostante le "previsioni" poco attendibili. Questo bilancio permette alla giunta di "lavorare" con risorse economiche concrete, senza ricorrere ai "dodicesimi". Un atto politico che pone, in un momento così delicato, gli interessi dei cittadini prima di ogni altra considerazione tecnico-amministrativa.

Continua la querelle sulle Commissioni consiliari. La maggioranza continua a sostenere. che un numero minore di componenti favorisca la funzionalità. Forse non hanno piena fiducia nei comportamenti dei Consiglieri da loro indicati? Non li ritengono idonei per una partecipazione fattiva e funzionale ai lavori delle Commissioni? Forse più semplicemente e come da loro stessi affermato, non amano la pluralità ed il principio della rappresentatività, come sancito da sentenze e pareri del Consiglio di Stato ma, sancito sopratutto dai dettami della democrazia.

I capolavori della maggioranza continuano.

VOTA CONTRO una mozione che chiedeva una presa di posizione rispetto a dichiarazioni diffamatorie e gratuite del Sindaco di Pomigliano d'Arco che, fanno passare la popolazione di Marigliano come assoggettata al malaffare. La maggioranza vota contro nascondendosi dietro un falso buonismo, nascondendosi dietro le vicende di Antonio Carpino, pur di non prendere una posizione politica netta e chiara, contro la logica di una condanna a mezzo stampa che coinvolge tutti i cittadini. Con questo voto contrario si da forza a chi usa il pettegolezzo e la diffamazione gratuita per giustificare scelte politiche. Tutti possono pensare che i diversi Sindaci di Marigliano e i diversi Consigli Comunali, anche quello attuale, sono frutto di accordi col malaffare. Contro questa logica si dovevano esprimere i Consiglieri. Con il voto la maggioranza ha accettato questo modo becero di PENSARE la politica ed ha rifiutato di prendere posizione in difesa di tutti i cittadini.

VOTA CONTRO anche alla istituzione di una commissione STRAORDINARIA E TEMPORANEA proposta per fronteggiare l'emergenza Covid,  per coordinare le attività e soprattutto per programmare in tempo utile, senza aspettare le iniziative di altri Enti presi ad esempio. Di seguito è riportato il corpo del'odg.

"La commissione avrà il compito di raccogliere le criticità, monitorare l’evolversi dei riflessi economici connessi alla situazione emergenziale da Covid-19, recepire le esigenze dei diversi settori, dei cittadini e delle categorie più "deboli” e ha, in particolare, compiti in ordine a:

-           Studio e proposta di iniziative volte al sostegno dei settori economici, progetti territoriali e ogni altra iniziativa volta a far ripartire il volano socio economico;

-          Monitoraggio dei servizi comunali, alla luce delle difficoltà che nei prossimi mesi il territorio dovrà affrontare;

-          Monitoraggio settore sociale ed iniziative volte a sostenere le famiglie, la scuola, i giovani e gli anziani;

-           Controllo dei servizi sanitari ed iniziative comunali di pubblica sicurezza.

Mai come in questo momento, caratterizzato da incertezze e problematiche socio economiche, è necessario raccogliere idee e formulare proposte per il futuro. Siamo chiamati a radunare le forze e cogliere questo momento negativo come opportunità per progettare e realizzare operazioni, che forse, in una situazione di normalità e tranquillità, non si sarebbero nemmeno ipotizzate."

La maggioranza VOTA CONTRO questa proposta. Sapete perchè? Perchè la minoranza non  entra a far parte, per i motivi già esposti, delle commissioni permanenti. Con motivazioni del tipo: voi non fate quello che diciamo noi? ... noi non votiamo quello che proponete! Questo atteggiamento fa chiaramente intendere che di sicuro i problemi della città NON SONO UNA PRIORITA'.

MENZIONE SPECIALE spetta al PD che, sembra essere usato dalla maggioranza come un ariete (cap''e lignamm) per affrontare e sconfiggere i "nemici". Praticamente sono stati destinati a fare da "opposizione alla minoranza". Le posizioni dei suoi consiglieri fanno apparire progressisti anche alcuni interventi, volti ad una timida mediazione, del buon Consigliere Allocca (di certo non è di sinistra). Questi, non il capogruppo, delineano la "linea politica" (scusate l'eufemismo) che, chiaramente risponde ad una maggioranza di destra. Tutti i loro interventi sono strumentali e non entrano mai nel merito. Sono forse dettati dalla necessità di avere un'agibilità negata in altri luoghi e a risposte da dare ai referenti dell'accordo elettorale. Si spera che durante tutta la partita ... riescano a mettere una scopa! Comunque ... prima Marigliano

  Comunicato  Periferia 2030

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250