Brusciano, il presidente del Consiglio è stato volgare. Si dimetta!

Anita Capasso

BRUSCIANO - "Si dimetta il presidente del Consiglio comunale e chieda scusa ai cittadini per le parole assurde e fuori luogo  pronunciate in fase di approvazione del bilancio contro i consiglieri passati all' opposizione.  La politica dia l' esempio".

E' critico  il giudice Carmineantonio Esposito nei confronti di Gianfranco Castaldo:" Si e' toccato proprio il fondo".  

  Intanto viene denunciata la mancanza di confronto e di scelte collegiali : "Cercasi democrazia,  non si può gestire tutto da solo e male ". Queste le parole dei  consiglieri comunali Rocco Travaglino e Giuseppina Sposito che  abbandonano la maggioranza e costituiscono  il gruppo misto.

Particolarmente critica la consigliere  Sposito. In fase di approvazione del rendiconto finanziario avvenuto in regime di diffida da parte del prefetto la donna politica si sfoga: " Non vengono mai convocate le commissioni, e l' assessorato al Bilancio viene trattenuto dal sindaco che governa da solo.  Sono stati persi anche i finanziamenti della festa per il 2019".

Ci va giù duro la donna politica sottolineando che ormai non c' e' maggioranza e che l' unica differenza la fa il sindaco Giuseppe Montanile con il suo voto.  Sono appaiati. Giuseppina Sposito  sollecita le dimissioni del sindaco. Intanto il rendiconto passa con la maggioranza risicata col voto del sindaco determinante.  A questo punto il presidente del Consiglio comunale, Gianfranco Castaldo,  tira un respiro di sollievo e  riferendosi ai consiglieri dimissionari   si  abbandona ad una frase non consona al suo ruolo:  "L' hanno presa... in quel posto là ".

Critico il consigliere Antonio Castaldo :" Basta vedere la diretta streaming per sentire il linguaggio usato da alcuni con espressioni volgari ed indecorosi". Così non va , la politica dia l' esempio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore