Marigliano, i dubbi di Periferia 2030 sulla discesa in campo di Sorrentino

Redazione

MARIGLIANO - Arriva la prima reazione politica all’annuncio della discesa in campo a candidato sindaco dell’on. Sebastiano Sorrentino .

Ad esprimere la sua opinione in merito è il coordinatore della lista Periferia 2030, Antonio Vivenzio: la lista  appoggiava la candidatura dell’ex sindaco di Marigliano, Antonio Carpino, prima del terremoto giudiziario che ha colpito l'intera città.

“Abbiamo letto con grande interesse il comunicato che l’On. Sebastiano Sorrentino ha diramato oggi 25 luglio 2020.

Ci aspettavamo di trovare alcune indicazioni più chiare in merito alla sua posizione nell’attuale quadro politico cittadino fortemente terremotato dalle ultime vicende di cronaca giudiziaria. Ma con tutti gli sforzi intellettuali promossi non siamo riusciti a cogliere alcuni passaggi cruciali del suo ragionamento.

Nel testo l’On Sorrentino – continua Antonio Vivenzio - si dichiara al servizio di tutta la collettività per il suo bene comune proponendosi come l’ultima risorsa salvifica per le sorti della nostra città. Ma una collettività ha bisogno di una squadra di uomini, guidata da un leader capace e con un nitida visione della realtà. Un collettività è composta da persone, idee contrapposte, istanze conflittuali, scelte di campo, visoni dialettiche che sono la sostanza dell’agone politico.

Del resto fare politica come cura della città è operare delle scelte anche radicali ( andando, cioè alle radici dei problemi) in modo da rappresentare i bisogni e le aspirazione delle fasce più deboli della popolazione indicando prospettive e soluzioni senza proporsi come l’uomo della Provvidenza.

Il primo contributo, questo sì veramente eccellente, sarebbe stato quello di dichiarare la sua scelta di campo, dentro uno schieramento di alleanze civiche impegnate politicamente orientato in senso progressista e riformatore. In questa congiuntura drammatica ogni atteggiamento che fomenta confusione e incertezza è da irresponsabili non aiuta a fare chiarezza in un momento turbolento ed ad alto disorientamento per tutti gli elettori.

Noi di Periferia 2030, - conclude il coordinatore della lista Periferia 2030  - nel solco di una concezione nobile ed attiva della politica, la nostra scelta di campo l’abbiamo fatta: la nostra battaglia politica è con il Centro Sinistra!”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore