Marigliano, l'ex sindaco Michele Nappi critica: PUC a vani zero una chimera

Anita Capasso

MARIGLIANO - "Puc a vani zero: una chimera": L' ex sindaco Michele Nappi critica l' attuale amministrazione comunale che  aveva annunciato  durante l'ultima campagna elettorale amministrativa del 2015, un PUC a " VANI ZERO" senza consumo di suoli agricoli e senza ulteriore carico edilizio.

"I cittadini di Marigliano hanno votato l'amministrazione Carpino - ricorda Michele Nappi su questi presupposti.

Ma, nell'ottobre 2016, in netto contrasto con i precedenti impegni assunti con la città, è stato  adottato un PUC con 2550 alloggi, nonostante la previsione del calo demografico e senza una idea di sviluppo".

Un Puc poi ritirato a seguito delle proteste e delle osservazioni dei cittadini e delle Associazioni.  Nel frattempo sono trascorsi circa 4 anni.

" Adesso  l'Amministrazione comunale, alla vigilia di nuove elezioni   amministrative - incalza Nappi- si sveglia e ci riprova, adottando un nuovo PUC nel Febbraio 2020".

 Per Michele Nappi si tratta di uno strumento urbanistico  frettoloso, vago e senza idee di sviluppo della città, rimandando il tutto a futuri strumenti attuativi.

Rimane esclusivamente - dice -  PRG (non un PUC)". La previsione sarebbe di circa 2300 alloggi di cui ben 1800 proveniente da una_ _ fantomatica . quota facoltativa-vincolata e destinata esclusiva merite agli  abitanti della "ZONA ROSSA" che dovrebbero migrare verso le nostre zone e che va spalmata su tutti i Comuni confinanti su tale zona.

 Nappi chiarisce che  questa  eventuale quota, non  può essere utilizzata    a favore    dei cittadini di Marigliano.

"L' unica intenzione  - incalza Nappi-  è di illudere  ancora  una volta le imprese, i cittadini, le famiglie e le giovani coppie, con promesse di   nuovi    alloggi    irrealizzabili,    solo    ed    esclusivamente ,  secondo il mio parere,  per     scopi  elettoralistici. Infatti questi fantomatici alloggi previsti per la quota rossa sono lo specchietto per le allodole" .

Dati alla mano spiega che ad oggi non   vi è stato nessuna migrazione dalla zona rossa verso il nostro Comune: "

- Che nel PUC degli altri Comun i confinanti con la zona rossa non è mai stata utilizzata questa fantomatica  quota poiché irrealizzabile

 - I cittadini di Marigliano - conclude- non meritano queste promesse, che generano illusorie  aspettative.

E' un "dejà vu"   un film dell'orrore già visto nel 2015".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250