La Conferenza dei Capigruppo ha incontrato la Consulta popolare per la salute e la sanità della città di Napoli

Paolo Isa

Nella foto, l'assessora alla Salute, Francesca Menna

La Conferenza dei Capigruppo, presieduta da Alessandro Fucito, ha incontrato oggi i rappresentanti della Consulta popolare per la salute e la sanità a Napoli. Ha partecipato l’assessora alla Salute, Francesca Menna.  

 

La Consulta ha chiesto di essere ascoltata dai Capigruppo consiliari per sollecitare la discussione in Consiglio comunale sulla delibera che istituisce tale organismo; un provvedimento, ha sottolineato il presidente Fucito, che è frutto proprio dell’iniziativa consiliare. 

Operante dal 2018, ha spiegato Vincenzo Caporale, presidente della Consulta, questo organismo popolare ha già prodotto un importante studio epidemiologico che ha messo in evidenza la stretta correlazione tra mortalità e condizioni economico-sociali del territorio: sono morti evitabili, ha concluso, come si desume dal basso tasso con cui vengono condotti, a Napoli, gli screening oncologici.  

 

È uno strumento che viene offerto alla classe dirigente cittadina, ha aggiunto Paolo Fierro, componente della Consulta, perché possa più efficacemente interloquire con la Regione e il Governo, titolari dei poteri in tema di sanità: il rapporto epidemiologico prodotto dalla Consulta sulla base di dati anagrafici degli ultimi otto anni, ha mostrato preoccupanti oscillazioni verso l’alto del tasso di mortalità, soprattutto nelle periferie nordorientali della città, dove è più forte il disagio. 

 

Un lavoro importante, di taglio democratico, quello svolto dalla Consulta, ha confermato l’assessora Francesca Menna, che ha fornito dati utili a dar vita ad atti significativi, come quello dell’adesione della città a un progetto internazionale sul diabete. 

I Capigruppo che sono intervenuti hanno tutti sostenuto l’alto significato di partecipazione democratica dell’organismo che il Consiglio si appresta a istituire.  

Per Francesco Vernetti di DemA l’azione della Consulta popolare sottolinea lo stretto legame tra salute e qualità della vita. 

Uno strumento imprescindibile, per Mario Coppeto di Sinistra Napoli in Comune a Sinistra - Democratica e Ecologista, soprattutto oggi, con la pandemia che ha fatto emergere in maniera stridente le disuguaglianze tra territori e le difficoltà della medicina territoriale. 

Una proposta da sostenere con convinzione, ha detto Sergio Colella di Davvero Sostenibilità & Diritti. 

 

Della stessa opinione il capogruppo del Partito Democratico, Aniello Esposito, che ha assicurato il sostegno del proprio gruppo all’iniziativa consiliare chiedendo però che l’atto sia messo in discussione in una data diversa da quella già fissata del 9 giugno (alla quale, ha dichiarato, in mancanza di novità sulla questione delle multe nelle ZTL/Aree pedonali, il Partito Democratico con altri due gruppi di opposizione non intende partecipare). 

Saranno gli stessi Capigruppo, ha concluso il presidente Fucito, a determinare il modo migliore per far giungere all’approvazione del Consiglio l’importante iniziativa. 
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore