Marigliano, odore acre di plastica bruciata. De Rosa: vergogna!

Redazione

MARIGLIANO -  Questa mattina la città di Marigliano si è svegliata avvolta in una sottile nebbia puzzolente. L’odore acre di plastica bruciata ha invaso le case dei cittadini che hanno dovuto chiudere le finestre per difendersi dal lezzo nauseabondo.

 La puzza insopportabile ha interessato una vasta area di Marigliano, tra cui Faibano, zona cimitero, quartiere Pontecitra, Lausdomini , interessando anche  Mariglianella e l’inizio di  Somma Vesuviana .  Tanti cittadini si sono lamentati per l’ennesimo attacco al territorio e alla loro salute.

Tra di essi la consigliere di  opposizione,  capogruppo di Cambia Con Noi,  Assunta De Rosa che afferma:

” Sono profondamente arrabbiata, oltre che basita, dal fatto che per l’ennesima volta di mattina si aprono le finestre per poi doverle richiudere perché fuori c’è un’aria irrespirabile  di plastica e altri materiali.

L’ambiente è un tema caldo di cui molti si riempiono la bocca per poi non fare nulla se non lasciare il territorio in mano a sciacalli incontrollati, senza pietà e senza cuore. Non basta ogni giorno apprendere che tanti nostri concittadini perdono la vita perché malati di cancro? Vergogna!

Mi appello a chi detiene il controllo del territorio: si faccia qualcosa e subito. Basta! I  cittadini di Marigliano non ne possono più ed hanno ragione in quanto il prezzo che hanno pagato, e ancora stanno pagando, per questi atti irresponsabili è altissimo".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore