Il verde c'è a Marigliano: cresce sui beni comuni.

Anita Capasso

MARIGLIANO - Chi lo ha detto che a Marigliano il verde non c’è?  Erbacce e rovi abbondano in città.  C’è erbaccia al plesso Deledda del rione di edilizia popolare, nel comando vigili.

Ci sono panchine inghiottite dalla folta vegetazione.  Ci sono cespugli sotto le mura di via Giannone, sulle rotonde.  Erba sotto il palazzo Guerra, all’angolo di corso Campano. Scusate ma non è verde questo? Nella città del record di cementificazione il verde cresce spontaneo nei luoghi dell’abbandono. 

L’incuria è il cartello di presentazione dei beni comuni che si innesta in una totale  mancanza di decoro urbano.  Il  report del territorio parla chiaro. Le immagini sono eloquenti.

Il verde pubblico in città è quasi inesistente e quello che c’è non viene curato. Manca la cultura del pollice verde e della bellezza urbana. E’ dalle piccole cose che si vede il grado di civiltà di un territorio.  A Marigliano il verde c’è, ma nasce spontaneo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Napoli Club Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250