Comune di Napoli: la commissione Welfare ha incontrato l’assessora Donatella Chiodo

Paolo Isa

Con la partecipazione del’assessora al Welfare, Donatella Chiodo, la commissione presieduta da Maria Caniglia ha discusso oggi dell’imminente avvio dei tavoli di concertazione con la Asl Napoli 1 per la costruzione della seconda annualità del Piano Sociale di Zona 2019-2021 (l’accordo di programma per la prima annualità sarà discusso in Consiglio comunale). La commissione è stata anche informata sulle procedure in corso per la distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie indigenti presso le Municipalità. Ulteriore argomento di discussione, che sarà oggetto di una prossima riunione, la riattivazione della Consulta per le persone con disabilità. 
  
Sul primo argomento, la presidente Maria Caniglia, la consigliera Marta Matano (Movimento 5 Stelle) e il consigliere Vincenzo Moretto (Misto – Lega Napoli Salvini) hanno sostenuto la necessità che, nei tavoli di concertazione con la Asl Napoli 1 per la costruzione della seconda annualità del Piano Sociale di Zona, sia valorizzata l’attività che il Comune, l’istituzione più vicina ai cittadini, può svolgere soprattutto sul piano informativo, rimediando così a una carenza che si è mostrata proprio nella fase di emergenza sanitaria da Covid-19. 
L’assessora Donatella Chiodo ha assicurato che si avvieranno a breve i tavoli di concertazione con la Asl per la costruzione della nuova annualità del PSZ e che sicuramente sarà posta attenzione al tema delle informazioni sui vari aspetti sanitari, come vaccini, contagi e servizi a disposizione, che, indipendentemente dalla competenza in ambito sanitario, che è regionale, sono di interesse per i cittadini. 
L’assessora ha anche fornito alla commissione, che l’aveva richiesta, un’informativa sulla distribuzione in corso di pacchi alimentari presso le Municipalità. Si tratta, ha spiegato, di aiuti destinati alle famiglie indigenti, segnalate dai servizi sociali territoriali, che non avevano beneficiato dei bonus alimentari della prima fase del lockdown. Sono state destinate a questa fornitura le risorse residue del fondo di solidarietà comunale e, dopo una verifica sulla banca dati dei bonus alimentari, necessaria per evitare che i destinatari degli aiuti fossero gli stessi, è cominciata la distribuzione dei pacchi. La distribuzione è curata da personale comunale supportato, solo quando le famiglie da contattare sono più di dieci, da personale di Napoli Servizi. 
La prossima settimana, la commissione incontrerà nuovamente l’assessora Chiodo in vista della riattivazione della Consulta comunale per le persone con disabilità. 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250