San Vitaliano, ditta che invece di bonificare interra rifiuti: due denunce tra cui un dipendente comunale

Redazione

--- FOTO ---

SAN VITALIANO - I carabinieri di  San Vitaliano, agli ordini del comandante  Vinicio Pesapane, insieme ai militari  forestali di Marigliano, diretti dal comandante Alessandro Cavallo, insospettiti da un “innalzamento” anomalo di un terreno in via Croce Frascatoli a San Vitaliano, hanno effettuato accurati accertamenti sul posto.

Agli occhi dei militari si è immediatamente palesato che su suolo, in un’area di circa 1000 mq, c’erano, in parte occultati, svariate tipologie di rifiuti apparentemente classificabili in rifiuti derivanti da attività di costruzione e demolizione edile, rifiuti bruciati, plastica, rifiuti tessili, pneumatici, rifiuti urbani, ferro e acciaio e guaine bituminose.

 Insomma nell’area c’era un cocktail di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi miscelati al suolo e peraltro livellati in modo tale da far innalzare innaturalmente il terreno di circa un metro in tutta l’area di 1000 mq.                           

 Immediato è scattato il sequestro dell’intera area. Dai primi accertamenti effettuati è paradossalmente emerso che proprio l’area controllata dai carabinieri sarebbe stata bonificata, vista la presenza di rifiuti, tra dicembre 2020 e gennaio 2021 con il Comune di San Vitaliano che ha già emesso determina di pagamento dei confronti della ditta che ha effettuato la bonifica dell’area.

Un ennesimo triste smacco per il territorio che segue di appena 24 ore la notizia dell’acclarata correlazione tra i rifiuti e l’insorgenza di determinate malattie, come emerso dal rapporto dell’Iss elaborato a seguito di un accordo stipulato nel Giugno 2016 con la Procura di Napoli Nord.

Sarà ora compito dei militari che indagano per smaltimento illecito dei rifiuti ed inquinamento ambientale, ricostruire gli eventi e trovare i responsabili di questo scempio, l’area sequestrata sarà oggetto di carotaggi nei prossimi giorni per una più corretta stima dei rifiuti trovati e per accertare se il suolo e il sottosuolo siano stati compromessi.

Intanto sono stati denunciati un 34enne di Palma Campania, già noto alle forze dell'ordine e titolare di una ditta di smaltimento di rifiuti e un 66enne del posto, in passato responsabile dell’ufficio Ecologia del comune di San Vitaliano.

 

il titolare della ditta dovrà rispondere di gestione e smaltimento illecito di rifiuti mentre l’allora responsabile dell’ufficio ecologia del Comune di San Vitaliano di abuso di ufficio. L’area – 1000mq circa – è stata sequestrata.

 

 

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250