Il Segretario Generale Onu Antonio Guterres: La violenza sessuale contro le donne affonda le sue radici in secoli di dominazione maschile

Paolo Isa

l'assemblea generale delle nazioni uniti ha istituito la Giornata internazionale il 17 dicembre 1999

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne il 17 dicembre 1999 attraverso la risoluzione 54/134.La ricorrenza viene celebrata il 25 novembre di ogni anno. Questa data non è casuale ma segna un brutale assassinio avvenuto nel 1960, nella Repubblica Dominicana, dove le tre sorelle Mirabal, considerate rivoluzionarie, vennero torturate e uccise. Il Segretario Generale United Nation Antonio Guterres , nella giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne ha comunicato in una nota ufficiale: “La violenza contro donne e ragazze costituisce una sfida globale in materia di diritti umani. La pandemia del COVID-19 ha ulteriormente accentuato la dimensione di emergenza globale della questione, che richiede un'azione urgente a ogni livello, dovunque e con la partecipazione di tutti. Le conseguenze sociali e economiche della pandemia spingono in maniera sproporzionata donne e ragazze in uno stato di poverta', con un accresciuto rischio di violenza contro di loro.

Lo scorso aprile ho sollecitato la comunita' internazionale a collaborare per scongiurare una volta per tutte l'ombra della pandemia rappresentata dalla violenza di genere.  Oggi intendo ribadire e rilanciare quell'appello.

La comunita' globale deve poter ascoltare le voci e le esperienze di donne e ragazze e tenere conto dei loro bisogni, in particolare di  quante tra loro siano sopravvissute e alle prese con forme molteplici e interconnesse di discriminazione.  Occorre inoltre privilegiare la guida delle donne nella ricerca di soluzioni e coinvolgere gli uomini in questa lotta..  

Questa azione deve includere finanziamenti sicuri e flessibili in favore delle organizzazioni per i diritti delle donne, che cosi' spesso sono le prime ad agire durante le crisi. E' cruciale che i servizi per coloro che sopravvivono alla violenza restino accessibilii, con adeguate risorse e misure a sostegno della sanita' e delle risposte sociali e giudiziarie.

Tali misure non dovrebbero soltanto concentrarsi sull'intervento una volta avvenuta la violenza contro le donne. Esse dovrebbero anche operare per impedire innanzitutto che la violenza si produca, per esempio modificando norme sociali e squilibri di potere. Dal canto loro i sistemi giudiziari e di polizia devono accentuare la responsabilita' dei colpevoli e mettere un termine all'impunità.

In questa Giornata, impegniamoci a raddoppiare i nostri sforzi per sradicare la violenza di genere per sempre.

Grazie a Fabio Graziosi (Unicri-Onu Italia per il prezioso contributo)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore