Weekend di controlli: denunce, sequestri di droga e chiusure di locali

Redazione

- FOTO -

NAPOLI E PROVINCIA -  Durante il weekend, nell'ambito delle attività di prevenzione generale, la Questura di Napoli ha effettuato numerosi controlli finalizzati al rispetto delle misure anti Covid-19.

In particolare, tra la città e la provincia, sono state impiegate 533 pattuglie controllando 4251 persone e sanzionandone 39 poiché non indossavano i dispositivi di protezione individuale; 3 persone sono state sanzionate dal Commissariato Decumani, 3 dal Commissariato Montecalvario, 6 dal Commissariato San Giovanni-Barra, 6 dal Commissariato Ponticelli, 16 dall’Ufficio Prevenzione Generale e 20 dal Commissariato di Castellammare.

Sono stati altresì controllati 46 esercizi commerciali per verificare l'ottemperanza alle disposizioni relative agli orari di chiusura.

Sabato pomeriggio gli agenti del Commissariato Decumani, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Monteoliveto per segnalazioni di assembramenti in strada. Giunti sul posto, i poliziotti hanno visto, all'esterno di un ristorante, numerose persone che non rispettavano il distanziamento sociale e, non senza difficoltà, sono riusciti a farle allontanare mentre, all’ingresso del locale, vi era un dipendente che regolava l’afflusso senza misurare la temperatura corporea degli avventori.

Gli agenti, una volta entrati, hanno accertato la presenza di 110 clienti, molti dei quali sedevano a tavoli con più di 6 persone; inoltre, non vi era il distanziamento tra i tavoli e, per tale motivo, hanno sanzionato il gestore con la chiusura per 5 giorni.

Nella stessa serata, i poliziotti del Commissariato di Frattamaggiore hanno sanzionato il titolare di un bar in piazza Risorgimento con la chiusura per 5 giorni poiché sorpreso all’interno del locale senza la mascherina.

Stanotte, inoltre, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti per diverse segnalazioni di assembramenti tra Riviera di Chiaia, via Imbriani, via Bisignano, vicoletto Belledonne a Chiaia e via Labriola, poiché non indossavano la mascherina e hanno sanzionato i titolari di due esercizi commerciali  in via Riviera di Chiaia e in vicoletto Belledonne a Chiaia con la chiusura di due e cinque giorni, poiché sorpresi a vendere panini e alcolici dopo le ore 24 in violazione dell'ordinanza regionale.

Gli agenti del Commissariato Vomero, inoltre, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nelle zone interessate dalla “movida” sanzionando per  il mancato utilizzo della mascherina 4 giovani di cui 3 minori, che si trovavano all'esterno di alcuni locali  tra via Scarlatti e via Merliani.

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato San Carlo Arena, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno rinvenuto in un terreno abbandonato di via Salita Capodimonte, occultate in una busta tra le sterpaglie, 57 tavolette di hashish del peso complessivo di circa 6 Kg.

 Ieri sera gli agenti del Commissariato San Ferdinando, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa,  sono intervenuti in via Richard  Wagner poiché il gestore di un ristorante aveva fermato una persona che aveva rubato la borsa di una cliente seduta ai tavoli esterni del suo locale.

 

I poliziotti hanno arrestato H.M., 27enne algerino irregolare sul territorio nazionale, per furto con destrezza e lo hanno denunciato per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato.

Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore