Marigliano, bed and breakfast e prostituzione

Anita Capasso

MARIGLIANO - Entrava ed usciva in compagnia di uomini diversi da un B and B, situato in un' area agricola. Era molto ricercata.   Si prostituiva e conduceva i propri clienti in cerca d' intimità in una camera della struttura ricettiva.

E' questo quanto sarebbe emerso dalle indagini condotte dal comandante, Emiliano Nacar. Non e' stato possibile bloccarla perché la donna alla vista della polizia locale se l' è  data a gambe levate in un viottolo laterale. Immediata è  scattata l' ispezione della struttura, situata in località Boscofangone.

Ai controlli effettuati è emerso che il proprietario   non registrava le generalità dei clienti e quindi non effettuava le schede alloggiative.  Immediata è  scattata la denuncia.  La polizia locale sta dando filo da torcere alla prostituzione. Nonostante ciò il fenomeno continua tra lucciole  di colore, dell' Est e persino italiane. Nel frattempo durante le attività condotte dal Comando di polizia locale di Marigliano  nell'ultimo anno sono state elevate  oltre 100 sanzioni in violazione alle ordinanze 17 e 29.

In pratica sono stati denunciati  i clienti colti in flagranza di reato che erano habitué  delle  donne dedite alla prostituzione. Ciò è stato  possibile grazie ai rinforzi giunti con l' impiego dei nuovi agenti a tempo determinato. Intanto si punta su una task Force di controlli h 24  per tutti i fenomeni di degrado e di  contrasto ai roghi e agli  sversamenti. Saranno impiegati di nuovo i droni.
Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore