Tufino, lancia corpi contundenti: denunciato dai carabinieri

Redazione

50 tamponi effettuati: tutti negativi

TUFINO - Venerdì pomeriggio intorno alle 16:30 nel rione Gescal del paese un uomo in evidente stato di alterazione è stato  sorpreso dai carabinieri di Tufino, agli ordini del maresciallo Luca D'Ambola, comandante della stazione, a  lanciare sassi ed altri corpi contundenti.

 

 Prontamente fermato dagli uomini dell'Arma, l'uomo è risultato privo di documenti. Mentre si accingevano a portarlo in caserma, è stato accertato che aveva anche la temperatura corporea a 37.5°. E’ stato quindi trasportato all'ospedale di Nola in osservanza dei protocolli vigenti dove è stato sottoposto a tampone e ricoverato.

Nella mattinata seguente si è avuta la notizia che il tampone ha dato esito negativo mentre nel frattempo erano state acquisite le generalità del soggetto.  Si tratta di F.C., 40 anni da compiere, cittadino rumeno senza fissa dimora, ultimo domicilio conosciuto a Napoli in Corso Garibaldi.

Il comandante D'Ambola  lo ha denunciato  per violazione dell'articolo 674 del C.P., getto di corpi contundenti. Quello di F.C. non è stato l'unico tampone effettuato, visto i 3 casi di positività accertati negli ultimi giorni, circa 50 soggetti si sono sottoposti al tampone, tutti con esito negativo. Il tutto è stato fatto in sinergia tra i militari dell’Arma e gli operatori socio-sanitari.
Giovanni Caruso

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore