Marigliano, Gianluigi: niente tornerà più come prima

Anita Capasso

Laboratorio giornalistico del Siani

MARIGLIANO - Gianluigi Fortunato VB, plesso monsignore Esposito, circolo Siani"  racconta il suo isolamento domiciliare. Con la sua testimonianza giungiamo all' ultimo tassello di questo percorso iniziato con il laboratorio di giornalismo a scuola , mai decollato per intoppi di varia natura. Ai bambini fiaccola di luce auguriamo ogni bene .  A loro diciamo di difendere sempre la libertà e di non arrendersi mai di fronte alle ingiustizie. La verità trionfa sempre.

"La mia giornata in quarantena speriamo che volga al termine. Ci siamo quasi ...ma niente tornerà più come prima. Fin quando dovremo mascherarci per uscire non vivremo, ma sopravviveremo.

Tutti i giorni la solita routine! La mattina mi alzo, faccio colazione, poi mi lavo e mi vesto.
Verso le 10:00 inizio a svolgere  i compiti che ho diviso per giorni, perché l’assegno mi arriva di lunedì per l’intera settimana sul registro elettronico.

Il pomeriggio mi diverto a guidare il quad sotto la vigile sorveglianza di mio padre, che, confesso, vorrei eludere ma non ci riesco.
Spesso gioco con mia sorella Speranza: facciamo giri in bici intorno alla casa o ci divertiamo con i monopattini.

Prima di cena gioco online alla Playstation. La sera, dopo aver cenato, gioco a carte con la mia famiglia. Purtroppo le giornate trascorrono lente e sono alquanto noiose".

Gianluigi Fortunato
Classe V B

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore