Marigliano, scandalo del Giudice di Pace: revocata la misura cautelare per due avvocati

Redazione

MARIGLIANO - Nuovi sviluppi sullo scandalo che ha investito il Giudice di pace di Marigliano. Dopo le note sospensioni e gli arresti domiciliari per alcuni avvocati,  il  GIP di Nola, nella giornata di ieri,  ha revocato la misura dell’interdizione dell’attività forense applicata  nei confronti di  due avvocati, Liccardo Filomena e Guadagni Angelo.

Per Liccardo Filomena, il GIP ha motivato la decisione del suo provvedimento sottolineando che l’indagata nel corso dell’interrogatorio di garanzia ha mostrato un atteggiamento collaborativo. 

Alla  Liccardo è contestato un unico episodio su cui  la stessa ha fornito spiegazioni idonee ad escludere allo stato che fosse inserita in un continuo e costante meccanismo di alterazione di fascicoli di ufficio presso l’ufficio del Giudice di Pace di Marigliano.

 Per quel che riguarda invece la posizione di Guadagni Angelo, il GIP ha motivato la sua decisione evidenziando che vi sono dubbi sulla coincidenza delle immagini con le quali il Guadagni veniva identificato e pertanto ha disposto la revoca della misura cautelare per l’incrinarsi delle gravità indiziali.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore