Marigliano, Nappi: test rapidi per il coronavirus. Danno per i cittadini?

Redazione

MARIGLIANO -  Un nuovo attacco all'attuale Amminstrazione parte dall'ex sindaco di marigliano Michele Nappi. Nel mirino di Nappi questa volta sono i test rapidi effettuati dall’Amministrazione Comunale di Marigliano per il coronavirus.   

L'ex sindaco scrive:"
Il Comune di Marigliano ha effettuato con molta enfasi e propaganda, test rapidi per circa 800 persone, in contrasto con le linee guida della Regione Campania e con test rapidi non accreditati: quindi, inaffidabili, scientificamente non validi e potenzialmente dannosi.

 

Un autorevole componente della Protezione Civile di Marigliano, che ha collaborato attivamente alla effettuazione di questi test, ha postato e affermato: “I test eseguiti sono prodotti in U.S.A e venduti in Germania da una multinazionale; non sono riconosciuti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) perché i tempi di accreditamento sono lunghi”.

Si suppone, quindi, che l’Amministrazione fosse a conoscenza della nullità, inaffidabilità e del potenziale pericolo sociale di questi test non accreditati e quindi  del notevole danno creato alle casse Comunali.

In questa vicenda interviene il Governatore della Campania De Luca che in un video messaggio (Paesenews.it – Telefax n.0823988975) non ha risparmiato un attacco ai Sindaci “fai da te”.

Dice il Governatore: “abbiamo avuto, nelle scorse settimane, uno sventagliamento di opinioni relative a test rapidi.Ce ne sono cento di test rapidi ed alcuni sono totalmente inaffidabili.Ci sono state realtà locali che si sono avventurate nello sviluppo di test rapidi senza nessuna garanzia di credibilità sanitaria, senza tener conto che quando si procede così, ci si carica anche di responsabilità penali.Se si fa un test che non è accreditato e da questo test risulta che un cittadino è negativo, ma invece è positivo, e lo si fa andare in giro gli si rovina la vita e crea danni alla comunità.Allora muoviamoci in maniera ordinata e scientificamente seria, senza banalizzazione e senza fregola del propagandismo e del protagonismo”.

A conferma di tutto ciò in un convegno altamente scientifico del 14/05/2020 (diretta live su Facebook – pagina Facebook @ProssiMamente19) si è ragionato sul Covid19: diagnosi, terapie e prospettive con autorevoli intervenuti: Donatello Provisiero – Vincenzo D’Anna – Paolo Antonio Ascierto – Andrea Mandelli – Paolo Russo.

Tutti i convenuti hanno puntato il dito sulla inaffidabilità totale dei test rapidi e quindi non scientificamente validi.

I nostri Amministratori si sono voluti cimentare in una attività scientificamente complessa senza averne alcuna capacità e competenza.

 Il  protagonismo e il propagandismo non paga !!!

Restino a casa, quindi, “i dilettanti allo sbaraglio” che vogliono andare a cantare a San Remo. Anche perché, sono alle porte altri cantanti con canzoni più interessanti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore