Marigliano, storie di isolamento domiciliare di Daniele di V elementare

Anita Capasso

Laboratorio di giornalismo, plesso monsignore Nicola Esposito, primo circolo didattico Giancarlo Siani - Marigliano.

MARIGLIANO -  FAIBANO - La mattina quando mi sveglio penso che non possiamo andare a scuola e non  posso vedermi con i miei compagni da vicino per  causa della brutta pandemia che c’è nel mondo: il Coronavirus. Poco dopo mi alzo, mi lavo e nel frattempo mia mamma prepara il latte con i biscotti e mangio pure una buona fetta di ciambella. Ancora un po’ assonnato mi metto sul divano a guardare il tablet.

All’orario di pranzo io e mio padre prepariamo la tavola mentre mamma cucina, si mangia il mio piatto preferito: la carbonara e la carne arrostita. Nel pomeriggio riposo un po’, quando mi sveglio porto a fare la passeggiata al mio cane in giardino, dopo faccio i compiti, qualche videochiamata con mia cugina e gioco un po’ con i  giochi di società con mamma e a calcio balilla con mio padre.

 Poi mi vedo un po’ i cartoni, faccio una chiamata con i miei amici a Brawl Stars e termino il mio pomeriggio con Boby, il mio cagnolino.

Non dimentichiamo la sera che mentre mia mamma prepara la cena, io e mio padre ascoltiamo le canzoni, poi si cena e nel frattempo prepariamo il dolce. Infine prima di andare a letto facciamo una preghiera con la speranza che l’indomani sia un giorno migliore. Ho paura di quello che sta accadendo  ma auguro a tutti che andrà tutto bene nell’attesa di poterci riabbracciare e baciare di nuovo.

Daniele Aliperta 5ª A

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore