Marigliano, coronavirus: Angelo chiede comprensione

Anita Capasso

MARIGLIANO - Soffre di ansia e attacchi di panico che non gli consentono di portare dispositivi costrittivi .  E' stato autorizzato dalle autorità preposte ad uscire senza mascherina perché soffre anche di claustrofobia.  Ciò implica che non può stare a lungo negli ambienti chiusi.

Quando esce però subisce ingiurie ed offese da parte dei cittadini  che, vedendolo senza mascherina, gli si accaniscono contro. Addirittura è stato allontanato da un noto  panificio del luogo che gli ha impedito di entrare . La persona in questione è Angelo Raffaele Fioccola, 48 anni , ex paracadutista, la cui vita è cambiata proprio quando sono arrivate improvvisamente le crisi d' ansia.

“Subisco offese dai mariglianesi e non,  che mi urlano parole di ogni tipo - afferma Angelo - ma io anche d' inverno dormo con le finestre aperte. Non posso fare altrimenti. Chi rischia  sono più io che gli altri. Sono tutti giustizieri e folli senza mai mettersi nei panni degli altri ". Insomma sta subendo linciaggio.

Angelo aiuta i più deboli , gli porta la spesa a casa e anche i medicinali in caso di bisogno. Ma non sa come far capire  che lui non esce senza mascherina  per delizia o divertimento. Chiede solidarietà, soprattutto sostegno e una campagna di sensibilizzazione  per tutelare chi come lui non può portare la mascherina per gli ovvi motivi elencati .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore