Coronavirus, comportamenti in caso di sintomi sospetti

Redazione

In caso di sintomi sospetti chiamare il 112 oppure il 1500 oppure il 118.

Un’ambulanza  porterà il paziente al pronto soccorso. Qui c’è un percorso dedicato e protetto per evitare ogni forma di promiscuità con altri utenti.

Le persone per le quali il Dipartimento di prevenzione della Asl accerta la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l'isolamento  fiduciario devono:

-          mantenere lo stato di isolamento per quattordici giorni dall'ultima esposizione

-          divieto di contatti sociali

-          divieto di spostamenti e viaggi

-          obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza.

Le precauzioni

Uscire di casa solo se necessario: per andare a fare la spesa o recarsi in farmacia, una persona per famiglia,  o per portare a passeggio il proprio animale domestico.

Raccomandazioni

-          Lavarsi spesso le mani e asciugarsi con cura: il coronavirus si trasmette dai contatti con la saliva, tossendo e starnutendo.

-          Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca,

-          Non mangiarsi le unghie,

-          Starnutire nel gomito o in un fazzoletto,

-          Evitare abbracci e strette di mano,

-          Evitare l'uso promiscuo di bottigliette e bicchieri,

-          Tenersi ad almeno un metro di distanza dalle persone,

-          Non prendere farmaci antivirali e antibiotici se non necessario,

-          Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

  I disinfettanti

I disinfettanti in gel ha meno efficacia rispetto a quelli che contengono alcool tra il sessanta e il novantacinque per cento. Lo comunica  l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Questo è il numero verde regionale 800.90.96.99 per ricevere ulteriori informazioni.

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore