Acerra, chiuso forno abusivo: bruciavano pedane con chiodi

Redazione

ACERRA -  Continuano i controlli dei carabinieri nell’area a nord della provincia di Napoli sul versante della panificazione abusiva. Questa mattina ad Acerra i militari della stazione locale hanno individuato un altro forno illegale.

 I  militari sul posto si sono imbattuti in due coniugi, una 50enne incensurata e un 57enne già noto alle forze dell’ordine per armi,  intenti a lavorare circa 50 chili di pane.

Nel corso del sopralluogo i carabinieri, insieme a personale dell’Asl Napoli 2-Nord, hanno accertato che  non c’era alcuna autorizzazione amministrativa né sanitaria.

Nel locale inoltre era accatastato circa una quintale di legna da ardere, ma si trattava di pedane nelle quali erano ancora conficcati chiodi.

I carabinieri hanno quindi sottoposto a sequestro il locale e tutta la strumentazione presente,  mentre i prodotti alimentari sono stati distrutti.

Per la coppia sono scattate la denuncia per produzione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione e nocive e una sanzione amministrativa di 1.000 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore