Acerra, i Pellini tornano in galera

Redazione

ACERRA - Ai Re Mida dei rifiuti in terra dei fuochi viene respinta la richiesta di beneficiare della pena alternativa alla detenzione. Nessun beneficio all'ecomafia.

 

 Una decisione che restituisce una forma di giustizia alla nostra terra, ai martiri di cancro e alle loro famiglie che hanno dovuto sopportare il sacrificio della vita per mano di un sistema criminale di gestione dei rifiuti dietro la quale si celavano collusioni, corruzione e movimenti di centinaia di miglia di milioni di euro.

 

Nulla potrà mai colmare il dolore inflitto da questi soggetti ma con oggi si aggiunge un ulteriore tassello a quella battaglia di giustizia e di rivendicazione del diritto alla vita.

L'impegno e la dedizione non si fermeranno qui. L'attività di denuncia, il coraggio della battaglia andranno oltre questa decisione, oltre questo giorno, che non rappresenta semplicemente un punto di arrivo ma il punto di partenza per il riscatto della nostra terra e della sua gente.

Alessandro Cannavacciulo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore