Marigliano, lotta all'abusivismo

Anita Capasso

MARIGLIANO - Scacco matto all'abusivismo edilizio. 40 sono le ordinanze di abbattimento varate negli ultimi tempi. Il comando di polizia municipale ordina l'abbattimento delle opere abusive attenzionate. Fiato sul collo ai cementificatori. Consegnato in procura il corposo fascicolo delle autodemolizioni fatte eseguire con ordinanza impositiva del palazzo di città. E' soddisfatto il comandante della polizia municipale, Emiliano Nacar. "Basta abusi".                              

E’ stata quindi posta la parola “fine” a tre procedure iniziate nel 2011 con la “sinergia” tra  i tre uffici interessati: Procura della Repubblica di Nola, Comando Polizia Municipale ed Ufficio Urbanistica del Comune di Marigliano. Si tratta di un'operazione importante perché' gli abusi sono stati fatti demolire dagli stessi interessati.

Ciò con un risparmio per le casse comunali di ingenti somme  che sono state destinate dall' Amministrazione Comunale ad altri abbattimenti. Demolite le tettoie e le case abusive presenti in via Strettola  nonostante i beni fossero già acquisiti a patrimonio comunale e senza alcun requisito di abitabilità.

Intanto dall’inizio dell’anno sono state emesse circa 40 ordinanze, prevalentemente per la repressione di abusi edilizi; ancora di più le ulteriori verifiche intraprese per la conclusione di procedure di antiabusivismo ancora pendenti da anni e oltre una decina di sequestri penali.

La lotta ed il contrasto all’antiabusivismo dell’ultimo anno e poco più ha visto il plauso della Procura della Repubblica di Nola Ufficio RESA rivolto all’ Ufficio Tecnico ed al suo dirigente ed al Comando della polizia locale ed al suo nucleo di Polizia Edilizia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore