Marigliano, al primo circolo Giancarlo Siani vive.

Anita Capasso

--- FOTO ---

MARIGLIANO - Trionfa la legalita' in memoria di Giancarlo,  nella giornata del ricordo, al primo circolo didattico Giancarlo Siani, retto dalla dirigente Elisa De Luca. Un palazzetto dello sport, carico di alunni,  ha accolto i pensieri di liberta' contro ogni forma di ingiustizia e di sopraffazione. In prima linea gli scolari delle terze, quarte e quinte classi del plesso "Siani", dedicato al giornalista, ucciso dalla camorra il 23 settembre del 1985.

" Per combattere la mafia non si devono usare le armi o  la violenza perche' le parole di denuncia contro l'illegalita'  sono molto piu' potenti. La camorra si nutre di silenzio. In ricordo di Giancarlo basta alle uccisioni e alle ingiustizie. Volevano cancellare le sue idee e invece le hanno rese eterne. Giancarlo vive nelle strade, nelle scuole, nelle piazze e nei nostri cuori. La mafia ha paura delle scuole perche' la cultura rende liberi di pensare con la propria testa".

Sono i tanti pensieri letti dai ragazzi e scritti su dei cuori di carta , che sono diventati dei medaglioni di legalita'. Riprodotta su scala ridotta anche la Mehari di Giancarlo, simbolo di un popolo che non si arrende e che lotta contro la violenza. Per l' occasione e' stata realizzata anche la testata Siani  Informa, redatta completamente a mano dagli studenti, che hanno disegnato e scritto da amanuensi. E' nata una redazione scolastica che ha definito il  menabo', stabilito i titoli e redatto gli articoli, ispirati dal senso della giornata dedicata a Giancarlo.

Le frasi piu' significative sono state riportate sui cartoncini colorati. I ragazzi hanno lavorato con la didattica capovolta rendendo reale il concetto di flipped classroom. Suggestive le coreografie realizzate dal corpo docente  sulle note delle canzoni antimafia di Fabrizio Moro, Rocco Hunt e Jovanotti. I ragazzi hanno resa viva la memoria di Giancarlo.alzando gli occhi verso il cielo.


A stimolare il.dibattito gli interventi della dirigente De Luca. " NON È IMPORTANTE ESSERE DEGLI EROI PER RENDERE IL MONDO UN POSTO MIGLIORE. Non esistono eroi al mondo, solo persone che ogni tanto fanno una bella azione, la cosa giusta e poi tornano a essere uno qualunque". Giancarlo rappresenta proprio questo : un ragazzo normale che ogni giorno si impegna con passione e dedizione per rendere migliore il mondo in cui vive".


I ragazzi della scuola Siani hanno spalancato il cuore alla cultura, alla legalità: veri  valori che rendono liberi e fanno sì che la vita sia degna di essere vissuta. Adesso tocca a voi, tocca  a tutti noi unirci per un mondo migliore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore