Marigliano, Ex Udc: c'e' il nostro impegno nel progetto per l'auditorium a Pontecitra"

Anita Capasso

Sul finanziamento della Citta' Metropolitana  per l'auditorium nei locali, appartenuti al centro di formazione Torricelli, interviene Marigliano popolare, ex Udc per rivendicare il proprio impegno per la realizzazione dell' opera pubblica destinata ad accorciare le distanze tra il  centro e la periferia mentre in citta' fioccano le polemiche per lo stato di degrado del  centro storico sempre piu'  decadente. 
 

"Fin dall’insediamento di questa amministrazione noi di Marigliano Popolare ex UDC abbiamo proposto al Sindaco Carpino di ricercare fondi per la realizzazione di un Auditorium Comunale.

Dopo una serie di ipotesi ed incontri fu individuato il manufatto denominato ex Istituto Torricelli sito a Pontecitra. Il Sindaco Antonio Carpino vista la proposta del Consigliere Comunale Geom. Francesco Tramontano e ritenutala meritevole di accoglienza, in data 04 aprile 2017 lo delegò a collaborare a titolo gratuito e volontario a seguire le procedure di riqualificazione dell’edificio comunale ex Istituto Torricelli e a ricercare fondi per la realizzazione dell’opera.

Un primo progetto di riqualificazione dell’immobile fu redatto e presentato alla Regione Campania per essere sottoposto a finanziamento ma la regione per mancanza di risorse non lo finanziò.

Fu redatta un seconda stesura del progetto realizzata dall’ufficio tecnico comunale con la stretta e fattiva collaborazione del Consigliere Tramontano e tenuta nel cassetto in attesa di reperire fondi di finanziamento .

Visto il piano Strategico della Città Metropolitana di Napoli e ritenuto il progetto di riqualificazione dell’ex Torricelli coerente con l’azione di piano, il Sindaco Carpino presenta il progetto posizionandolo al primo posto tra quelli da sottoporre a finanziamento. Fondamentale è stato il contributo del Consigliere Metropolitano Giuseppe Jossa che ha seguito con massimo impegno tutte le fasi di approvazione del progetto" . Tramontano precisa:"

Il nostro obiettivo e quello di questa Amministrazione è stato quello di recuperare i fabbricati pubblici abbandonati e restituirli alla collettività, creando così sul territorio una migliore rete di infrastrutture e di servizi al cittadino, in modo da favorire e impulsare lo sviluppo delle comunità locali" afferma ancora  Salvatore Tramontano coordinatore di Marigliano Popolare. A quando il recupero dell' asilo nido che era stato inserito tra le opere pubbliche  immediatamente cantierabili? In un video  il 13 luglio 2016  veniva annunciata la realizzazione entro fine anno. A quando  il recupero dell' ex complesso conventuale Antonia Maria Verna?

 "Lo sviluppo  di una comunità  - precisa Tramontano- dipende molto dalla capacità  delle Istituzioni locali di sfruttare eticamente e razionalmente tutte le risorse disponibili del territorio,strade, scuole,  parchi, ecc., e di saper realizzare quelle  mancanti,  senza dimenticare i luoghi dove si genera e si diffonde  la cultura". Tramontano in pratica precisa che la vita cittadina si concentra nel centro mentre le altre zone restano di passaggio. Si punta alla citta' policentrica. In questa ottica va la
.

  localizzazione - spiega Tramontano- dell’auditorio comunale in via  Pontecitra, oltre ad offrire l’opportunità di recuperare un  imponente  fabbricato pubblico abbandonato, consentirà di migliorare anche l’integrazione sociale dei residenti" . L' uomo politico  si auspica:

.

"Un migliore collegamento con le altre parti del territorio mariglianese che  comporterebbe  una maggiore permeabilità nel quartiere e più sicurezza nelle strade e negli spazi pubblici, in quanto un maggiore flusso di persone transitanti, genera una reciproca vigilanza,  naturale e continua, evitando e riducendo così,  eventuali  episodi sgradevoli'". Nella acclamazione dell' opera pubblica Marigliano Popolare ricorda che la citta' " ha una grande tradizione nel teatro:  ospitò nel 1971  l’attore drammaturgo Leo De Berardinis e la sua compagna Perla Peragallo, che si esibirono in vari spettacoli teatrali e  fondarono anche la compagnia“Teatro di Marigliano”,con la quale furono  divulgate le arti del teatro. Gli artisti dell’epoca reclutati dal Maestro,senza snobismo e senza vittimismo, si esibivano uniti nella gioia di recitare. I loro spettacoli  erano graditi alle persone  di  tutti i ceti sociali".
Cio' lascia presagire che la struttura che si andrà a realizzare sara' dedicata a Leo De Berardinis, riempendo un vuoto che in qualche modo va assolutamente sanato. Ma veniamo ai dettagli.
  L’auditorium  che sarà realizzato nell' ex Torricelli avrà una capienza di 493 posti a sedere e sara' messo a disposizione delle associazioni teatrali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore