Marigliano, come merenda pane e olio nell'I.C. Milani Aliperti

Anita Capasso

MARIGLIANO - Pane e olio alla scuola Don Milani Aliperti di Lausdomini, in IV C:  insegnanti sensibili dicono no alle merendine. Già da diversi mesi educano alla buona alimentazione. Niente succhi di frutta: solo prodotti  freschi e premuta d'arancia.

Nel Mariglianese come nel Cilento, la scuola  introduce pane e olio in classe.  E' da mesi che le  insegnanti,  in particolare la maestra Filomena, stanno lavorando sulle regole base per un' alimentazione equilibrata. Troppi bambini obesi  e  a rischio di alterazione dei valori di colesterolo e glicemia.  

 E' ciò che emerge dai dati statistici. Bisogna assolutamente correre ai ripari. In classe , però, nel plesso, diretto dalla dirigente Cinthia Grossi , le maestre si attrezzano con pane fresco , appena sfornato, bagnato  nell' olio extravergine .

 Invitano i bambini a non consumare prodotti con conservanti e chiedono collaborazione ai genitori, gli insegnano a fare i dolci in armonia, riscoprendo i valori della condivisione e della convivialita'.

Prodotti semplici e biologici , senza uso di pesticidi per tutelare la salute dei bambini. La seconda agenzia chiama e le famiglie rispondono. Dopo la frutta in classe, d'intesa col Ministero,  si continua ad educare. 

E se sul pane arriva anche il pomodoro si riscoprono i gusti perduti dell'oro rosso: Il San Marzano che faceva ricche le terre della Campania Felix,  mettendo al riparo l'organismo.

Dai buoni sapori in classe arriva la storia  delle radici semplici  che rendevano grande l'economia locale. Bambini alimentaristi che insegnano alle mamme a fare la marmellata senza aggiunta di zuccheri. E il dolce...provvediamo noi...il salame di cioccolato fondente, che diventa anche occasione per fare la spesa, riflettere sulle giuste quantita' e svolgere un problema di matematica.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore