Nola, abusi edilizi. Maxi sequestro di case a Volla: 250 case del valore di 60 milioni di euro

Redazione

VOLLA -  Sequestrate questa mattina 250 unità abitative  per un valore commerciale complessivo superiore ai 60 milioni di euro dai Carabinieri di Torre del Greco, su un ordine emesso dal GIP presso il Tribunale di Nola, su richiesta della Procura della Repubblica di Nola.

 Il reato contestato ai vari proprietari-committenti, progettisti e responsabili delle imprese esecutrici dei lavori è di avere realizzato immobili a destinazione abitativa in totale difformità dei permessi di costruire rilasciati e in violazione della normativa urbanistica.

 

Nello specifico, l'attività di indagine ha permesso di riscontrare che numerose pratiche edilizie non risultavano conformi alla normativa urbanistica, in quanto a fronte di permessi di costruire regolarmente rilasciati per realizzare complessi immobiliari a destinazione non residenziale (centri medici, parcheggi, servizi scolastici, ecc), come prescritto dalla normativa perché immobili ricadenti in zona "F", con successiva SCIA in sanatoria si è proceduto al cambio di destinazione d'uso di dettiimmobili ad uso abitativo/ residenziale.

Gli interventi edilizi sequestrati questa mattina  hanno comportato una trasformazione urbanistica del territorio comunale di Volla funzionale, dunque, ad un permanente utilizzo dell'area a fini residenziali in totale contrasto con la destinazione a servizi di interesse pubblico impressa dallo strumento urbanistico.

La conseguenza che ne è derivata è un notevole incremento del carico urbanistico. I complessi immobiliari posti sotto sequestro preventivo sono ubicati in Via Traversa Privata di Vittorio, Via Leopardi, Via Rossi, Via Dante Alighieri, Via Fraustino, Via Sambuco e Piazza Vanvitelli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore