Nola, blitz delle fiamme gialle nella sanita': nei guai 12 dirigenti di aziende sanitarie pubbliche regionali

Redazione

Indagine della Corte dei Conti. Citazioni per 12 dirigenti Asl e Aou

NOLA - La Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Campania della Corte dei conti ha depositato 12 citazioni nei confronti di dirigenti delle aziende sanitarie, ospedaliere ed universitarie campane ritenuti responsabili di un consistente danno erariale.

Le indagini hanno permesso di accertare un maggiore esborso da parte di varie Aziende sanitarie della Campania di somme pari a 4.881.378,00 di euro a seguito del mancato conseguimento della riduzione della spesa di competenza rispetto agli obiettivi stabiliti dal legislatore per attuare la c.d.  "spending review".

 Il mancato rispetto di tale obbligo, normativamente  introdotto sin ,  dall'anno 2012,  è  stato rilevato  dopo  complesse indagini dai  finanzieri  della  Compagnia  di  Nola,  agli ordini del comandante Rosario Pepe, i  quali  hanno analizzato i bilanci di 12 strutture pubbliche campane , che non avevano rispettato i vincoli imposti in tema di riduzione di spesa.

Si tratta dell’ASL di Avellino, di Benevento,  di Caserta  dell’ASL Napoli 2 Nord, dell’ASL Napoli3 Sud, dell’Asl di Salerno,  dell’Azienda Ospedaliera Dei Colli , dell’Azienda Ospedaliero- Universitaria seconda Università (ex SUN), ora Luigi Vanvitelli, l’IRCCS Pascale,  dell’Azienda ospedaliera Moscati, dell’ Azienda             Ospedaliera       Rummo e dell’  Azienda                Ospedaliera       Ruggi     di Salerno.

Le           citazioni,              in            particolare,        coinvolgono       i               singoli   Direttori Generali,  Direttori  Sanitari,  Direttori  Amministrativi,  nonché  i referenti responsabili dell'attuazione del D.L. n. 95/12,  individuati, per il danno erariale ad oggi consumato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore