Brusciano, opposizione chiede la derattizzazione completa della scuola dell'infanzia

Anita Capasso

BRUSCIANO - Opposizione scatenata a Brusciano.  A far scattare  la minoranza e' stata l'invasione di topi alla scuola dell' infanzia. Per la verità più che altro,  la derattizzazione disposta dal Comune, è avvenuta solo in maniera parziale e nei locali coinvolti, dove furono rinvenuti gli escrementi.

Il j'accuse  è contro l'amministrazione, comunale, retta dal sindaco Giuseppe Montanile che, stando alla denuncia, non ha provveduto a disporre la disinfestazione nell' intero edificio, tanto che i topi si sono ripresentati a scuola, a piu' riprese.  Cio' ha fatto  scattare lo stato di emergenza igienico sanitaria. I genitori, temendo problemi di salute per i propri figli e non convinti delle misure disposte, si sono rivolti all' opposizione per farsi tutelare.

A rappresentarli sono stati Carmineantonio Esposito e Giacomo Romano che si sono subito recati a scuola per fare il punto della situazione. Il primo allarme topi, segnalato dal dirigente ci fu il 7 dicembre. Dopo 27  giorni scattò la derattizzazione solo nei luoghi interessati dall' invasione,  senza coinvolgere l' intero edificio e lo spazio esterno. 

Era il 3 gennaio quando fu disposta la disinfestazione. Il 7 gennaio  alla ripertura, il dirigente segnalò  una nuova invasione. Il 15 gennaio scatta una nuova derattizzazione sempre e solo parziale. L'opposizione non ci sta:"Si estenda l' intervento a tutta la scuola altrimenti è  solo una perdita di tempo e di denaro".

A sostenere la denuncia sollevata in consiglio comunale da Carmine Antonio Esposito ci sono Giacomo Romano, Felicetta Frattini, Nicola Marotta. Tutti insieme per una scuola pulita che non  rappresenti un pericolo per gli alunni. La richiesta? Derattizzazione globale. Il tutto e' stato affrontato in una conferenza stampa, tenuta presso l' ex sede del comitato elettorale.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore