Travestiti da carabinieri irrompono in casa e rapinano famiglia. Arrestati

Redazione

Si fingono Carabinieri per rapinare una famiglia: arrestati stanotte dalla Polizia di Stato della Squadra Mobile partenopea

NAPOLI - Spettacolare cattura di una banda di   rapinatori . Sono stati arrestati nella notte sei pregiudicati, travestiti da Carabinieri, responsabili di rapina aggravata in una abitazione della Riviera di Chiaia.

I sei malviventi con  un finto portatessere, con il fregio dei militari, indossando pettorine con la scritta Carabinieri, e mostrando  una perfetta replica di pistola calibro 9x21 (arma in uso alle forze di polizia), sono entrati in un appartamento in via Chiaia.

In casa  in quel momento erano presenti  il proprietario  insieme alla moglie, al figlio e alla fidanzata.  I malfattori con minacce e con la scusa di dovere perquisire l’appartamento, in cui era stato segnalata droga, hanno rubato  di 5.450 euro,  un orologio e degli  oggetti preziosi.

Si tratta di Mauro Salvatore, napoletano dell’’82; Cacace Alberto, napoletano dell’’87; Brullino Emiliano, napoletano del ’76; Lo Giudice Paolo,  napoletano del ’55; Pizzo Ciro, nato a Mondragone (CE) nel ’75; Vaccaro Gaetano, napoletano del ’75.

 Per fortuna i Falchi della Squadra Mobile, mentre transitavano in via Riviera di Chiaia, si sono insospettiti, avendo notato segni di intesa tra due scooter, che si incrociavano,  con un’altra persona ferma all’esterno dello stabile e  hanno chiesto l’intervento di altre pattuglie.

I poliziotti hanno bloccato ogni via di fuga, sbarrando la strada da entrambi i sensi di marcia,  e  hanno catturato i delinquenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Lombardi Immobiliare
test 300x250
In Evidenza
test 300x250