Estorsione a imprenditore, in manette Bombolone e Totore dei telefoni

Con loro, altri due gli arrestati, tutti ritenuti appartenenti ad un noto clan di camorra

GIUGLIANO IN CAMPANIA. Un 32enne di Giugliano, R.P.  è ritenuto responsabile di estorsione aggravata dal metodo mafioso in concorso con A.C., detto “Bombolone”, S.S. detto “Totore dei telefonini” e A.B. tutti ritenuti affiliati al clan camorristico dei “De Rosa”.

Il gruppo di estorsori si presentò più volte da un imprenditore edile locale per minacciarlo ed ottenere denaro: ottennero 500 euro come anticipo di una richiesta estorsiva di 10mila per permettergli di completare i lavori di ristrutturazione in un immobile di sua proprietà.

I quattro sono finiti nel centro penitenziario di Secondigliano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore