Fabbriche del falso nel Vesuviano, sigilli a due aziende. Arrestato imprenditore

Antonio Franzese

Lavoratori stranieri a nero trattati come schiavi. Tutti i dettagli nell'articolo

POGGIOMARINO-BOSCOREALE -  Sugli abiti le etichette della maggiori griffe italiane. Ma era tutto falso. A realizzarli operai stranieri trattati come schiavi e senza contratto. In due fabbriche venivano creati articoli tessili con marchi di note case di moda italiane palesemente contraffatti.

Nelle strutture a Boscoreale e Poggiomarino, i militari della Guardia di Finanza del gruppo di Torre Annunziata hanno sorpreso al lavoro 17 cittadini extracomunitari privi di qualsiasi regolare contratto, due dei quali sprovvisti perfino di permesso di soggiorno. Per questo motivo i due opifici sono stati sequestrati.

I due lavoratori privi di permesso sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per soggiorno illegale sul territorio nazionale e il loro datore di lavoro per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.


Negli opifici sottoposti a sequestro i finanziari hanno riscontrato violazioni alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e in materia di tutela dell'ambiente.

Inoltre, nella struttura di Boscoreale è stata rilevata la manomissione del contatore dell'energia elettrica, con un risparmio di spesa pari a circa 40.000 euro. Il responsabile è stato dunque arrestato per furto aggravato e continuato di corrente elettrica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250