Minaccia di morte la compagna, in manette 31enne bulgaro

Antonio Franzese

Gli agenti della volante San Ferdinando lo hanno individuato a Mergellina mentre picchiava la donna brandendo un grosso coltello da cucina

NAPOLI - Nella mattinata di ieri, i poliziotti del Commissariato San Ferdinando hanno arrestato un 31enne bulgaro per il reato di atti persecutori e denunciati in stato di libertà per possesso di coltello.

Gli agenti, durante il controllo del territorio, su segnalazione del 113 hanno raggiunto Corso Vittorio Emanuele, dove era stata segnalata una donna che era malmenata da un uomo.

Prontamente i poliziotti, hanno raggiunto l’ingresso della Stazione Metropolitana di Napoli / Mergellina, dove hanno bloccato l’uomo mentre stava minacciando con un coltello una donna.

Gli agenti hanno accertato che l’uomo, ex compagno della vittima, l’aveva bloccata mentre la stessa si stava recando a lavoro e a un rifiuto di questa di accettare un suo regalo in segno di pace aveva iniziato a picchiarla e aveva brandito un coltello minacciandola di morte. L’uomo è stato bloccato e arrestato.

Dai controlli i poliziotti, hanno accertato che la donna, aveva denunciato l’uomo lo scorso anno dopo una relazione durata diversi anni. La donna ha raccontato che dall'inizio della sua relazione, era stata picchiata e aveva subito violenze di vario genere perché l’uomo è sempre stato possessivo, geloso e violento.

Dopvo averlo denunciato, ed essersi allontanata dalla casa in cui conviveva, l'uomo ha continuato a perseguitarla fino a quando lei temendo per la propria incolumità era costretta a riallacciare la relazione sentimentale con lui.

Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore